2012: peggiori prestazioni per l’economia brasiliana

57

BRASILE – Brasilia. Le peggiori prestazioni dell’economia brasiliana negli ultimi tre anni si sono registrate nel 2012.

I dati ufficiali usciti il 1 marzo mostrano che l’economia brasiliana è cresciuta solo dello 0,9% nel 2012, nonostante le misure di stimolo del governo, la peggiore performance in tre anni. Ma le prospettive per i prossimi anni sono considerate incoraggianti alla luce degli eventi internazionali che ospiterà il Paese. Dal 2009 ad oggi, la sesta economia più grande del mondo ha registrato una contrazione del 0,3% a causa della crisi economica internazionale.

L’Istituto Brasiliano di Geografia e Statistica (Ibge) ha detto che nel quarto trimestre dello scorso anno, il PIL è cresciuto dello 0,6% rispetto al trimestre precedente. Il governo aveva iniziato il 2012 con una previsione di crescita annua del 4,5%, ma a poco a poco le previsioni sono precipitate verso il basso nonostante gli analisti e la Banca centrale avevano previsto una crescita del Pil di circa l’uno per cento.

Nel 2010, l’economia brasiliana aveva toccato una crescita del 7,5%, ma l’anno successivo è cresciuto solo del 2,7%.

L’anno scorso, nonostante i tassi di interesse al minimo storico e le esenzioni fiscali decretate dal governo per stimolare l’industria, i consumi e gli investimenti, il Brasile ha registrato la minor crescita del Pil rispetto al Perù, 6,29% e al Messico, 3,9%. Il paese inoltre è andato peggio del Cile, 5,5% e della Colombia, 3,6%, secondo le stime della Banca centrale.

CONDIVIDI
Articolo precedenteM23 spaccato
Articolo successivoInvestire in Lituania conviene