VENEZUELA. Caracas userà solo petro nel 2019 per le vendite di greggio

219

Il presidente del Venezuela Nicolas Maduro ha detto che la nazione sudamericana si sottrarrà allo strapotere del dollaro statunitense e intende utilizzare la sua controversa criptovaluta petro per le vendite di petrolio a partire dal prossimo anno.

Secondo quanto riporta Telesur, il presidente del Venezuela Maduro ha detto che la decisione è tesa a minimizzare il dominio del dollaro nel settore e a diversificare il mercato. «Nel 2019, abbiamo un programma per la vendita di petrolio in petro e in questo modo continuiamo a liberarci da una valuta che usa l’elite di Washington», ha detto Maduro.

Il presidente venezuelano, riporta Coindesk, avrebbe un piano finanziario di sei anni per usare il petro per evitare l’impatto paralizzante delle sanzioni statunitensi sull’economia venezuelana. L’annuncio del piano, che prevede l’avvio del commercio del petrolio con una serie di valute, arriva dopo un incontro con il presidente russo Vladimir Putin all’inizio della scorsa settimana a Mosca. Maduro ha aggiunto che la Russia sta già commerciando petrolio e altri prodotti in yuan cinese e che il Venezuela seguirà il suo esempio, “progressivamente” spostandosi per vendere tutti i suoi prodotti petroliferi in petro.

Il mese scorso, Manuel Quevedo, ministro del petrolio venezuelano e presidente della compagnia petrolifera statale Pdvsa, ha annunciato che Caracas avrebbe presentato il petro all’Organizzazione dei paesi esportatori di petrolio nel 2019, come «principale valuta digitale sostenuta dal petrolio».

La cripto venezuelana è stata lanciata in prevendita a febbraio e Maduro si è mosso per integrarla nel tessuto economico del paese. Eppure, ancora prima del lancio, il congresso controllato dall’opposizione del paese ha definito il petro un prestito illegale verso le riserve di petrolio della nazione.

Il Venezuela ha iniziato a vendere il petro ai cittadini ad ottobre attraverso un portale del governo, dicendo che il gettone deve essere utilizzato da coloro che cercano di ottenere i passaporti. Anche la nuova moneta nazionale venezuelana, il bolivar sovrano, è stata ancorata alla benzina a luglio scorso.

Tommaso dal Passo