Sei buoni motivi per mangiare carciofi

76

I carciofi, verdura di stagione, sono stati inseriti nell’elenco dei super food e ci sono almeno sei buoni motivi per mangiarli. In uno studio del 2006 effettuato dal Dipartimento dell’Agricoltura degli Stati Uniti e pubblicato dall’American Journal of Clinical Nutrition asserisce che una porzione di carciofi offre maggiori benefici antiossidanti per porzione rispetto a molti altri alimenti tradizionalmente considerati ricchi di antiossidanti come il cioccolato scuro, mirtilli e vino rosso. Tra gli antiossidanti ci sono antociani, quercetina, rutina, e molti altri antiossidanti contenuti nei carciofi freschi offrono una serie di benefici per la salute che vanno dalla prevenzione del cancro e favoriscono il sistema immunitario per la protezione contro le malattie cardiache. Il carciofo è ricco di fibre secondo il Dietary Guidelines pubblicate dalla USDA e il Dipartimento di Salute USA, nel 2005 gli uomini dovrebbero consumare tra il 30 e 38 g di fibra alimentare al giorno, e le donne dovrebbero consumare tra il 21 e 25 g al giorno. Gli americani a quella data consumavano la metà del fabbisogno aumentando di fatto il rischio di malattie intestinali come il cancro del colon. 120 g di carciofo forniscono 10,3 g di fibra alimentare, che li rende un potente strumento per aiutare non solo di mantenere regolare, ma anche per migliorare la vostra salute generale dell’apparato digerente. Il carciofo è anche un supporto digestivo. Almeno questo è quello che consigliano dei medici tedeschi. L’estratto di foglie di carciofo è un rimedio per chi soffre di mal di stomaco e per chi ha esagerato troppo con il cibo. Questo è dovuto a un composto presente in carciofi chiamati cynarin che ha dimostrato di aumentare la produzione di bile, contribuendo ad accelerare il movimento del cibo e rifiuti attraverso l’intestino e riduce la sensazione di gonfiore. In effetti, uno studio condotto con 247 individui ha mostrato che l’86% delle persone ha segnalato un miglioramento soddisfacente di sintomi come gonfiore e flatulenza dopo l’utilizzo di un integratore di carciofo. Una delle principali fonti di fibra trovato nei carciofi è inulina, che è un prebiotico. I prebiotici possono aumentare la percentuale di probiotici o ‘batteri buoni’ nell’intestino. In uno studio del 2001 effettuato su 143 pazienti affetti da alti livelli di colesterolo nel sangue sono stati somministrati 1800 mg di estratto di foglie di carciofo al giorno per un periodo di sei settimane. Rispetto al placebo, l’estratto di foglie di carciofo ha mostrato una netta riduzione di circa il 20% “cattivo” colesterolo LDL e di colesterolo totale nel sangue del 18%; il gruppo che assumeva placebo ha ridotto il loro livello di colesterolo totale di circa l’8%. I carciofi forniscono circa il 12% della dose giornaliera raccomandata di vitamina K. Questa vitamina può offrire protezione contro danno neuronale, contribuendo a prevenire le malattie cognitive come la demenza e il morbo di Alzheimer. In uno studio del 2010 pubblicato Journal of Biological Trace Element si afferma che si hanno significativi diminuzioni nei livelli dei lipidi del colesterolo nel fegato dei topi prima alimentati con una dieta ad alto contenuto di colesterolo, quando viene loro somministrato estratto di carciofo. La continua ricerca sembra indicare che i carciofi hanno qualità che possono proteggere il fegato e diminuire lipidi nel sangue, come il colesterolo nel corpo. Alcuni ricercatori ritengono che il meccanismo per gli effetti benefici sul fegato può essere correlato ad un aumento da della bile dal fegato. Tra i più potenti fitonutrienti di carciofi, cinarina e silimarina hanno forti effetti positivi sul fegato.