IRAQ. Aumenta la serie dei rapimenti politici

100

Continuano, in Iraq, nelle aree lontano da riflettori i rapimenti su commissione, si tratta di oppositori politici che scompaiono nel nulla. Mentre si continua a scavare nelle macerie di Mosul e si continuano a trovare corpi di civili. Nella Capitale fervono i preparativi per la IV conferenza sulla sicurezza che vede coinvolti gli Stati maggiori di: Russia, Iran, Siria, Iraq a Baghdad. Da quando esiste il centro si registrano: l’uccisione di oltre 23 mila terroristi, tra cui 430 leader degli stessi gruppi. 

Tra le notizie che emergono dalla rete social, quella del responsabile media del Segretariato di Baghdad, secondo cui l’acqua non è così inquinata, non è piaciuta agli utenti che lo hanno criticato ampiamente. Per cercare di dirigere il traffico nella capitale, sono state installate  120.000 telecamere sulla città di Baghdad proprio contro gli ingorghi stradali. Continuano le manifestazioni nel sud dell’Iraq: a Muqdadiya, cittadini manifestano davanti al consiglio municipale contro gli attacchi delle milizie sciite Hasd perpetuati contro il consiglio comunale. Peggiora la situazione a Bassora: spari contro la folla durante una manifestazione di fronte al consiglio comunale. 

Nel frattempo, Fatih Yildiz ambasciatore turco a Baghdad ha detto che la Turchia combatterà il Pkk in ogni forma e luogo essendo nemici della Turchia. Gli ha risposto Muthanna Amin, membro della Commissione Affari esteri, iracheno, curdo, che di recente ha visitato l’Italia. Amin ha chiesto di far chiamare l’ambasciatore turco in Iraq per fermare i bombardamenti in Iraq sul Kurdistan ai confini con la Turchia. Altra lamentela contro il governo iracheno viene dall’ambasciatore iraniano che si è lamentato che Baghdad ignora il rispetto per le milizie sciite.

Dai social media si apprende di un drastico calo di attentati in Iraq. Diverse cellule terroristiche di Daesh con sede ad Hammam Al-‘Alil e altri distretti nella provincia meridionale di Ninive sono state smantellate dall’esercito nazionale iracheno la scorsa settimana. 

Redazione