Niente accordo sul gas tra Mosca e Ankara

39

TURCHIA – Ankara 11/12/2014. Turchia e Russia non hanno trovato l’accordo sugli sconti per il gas russo.

Il canale televisivo Trt Haber riporta l’annuncio odierno dato dal ministro turco dell’Energia e delle Risorse Naturali, Taner Yildiz. Yildiz aveva detto che Ankara intende ottenere uno sconto sul gas russo fornito al paese a un tasso del 15 per cento entro la fine del 2014, proseguendo poi nel dire, il 3 dicembre, che Turchia e Russia stavano continuando il dialogo sulla diminuzione dei prezzi del gas russo. L’11 dicembre, Yildiz ha anche espresso la speranza che le parti possano presto ridiscutere i prezzi del gas russo fornito alla Turchia. Nei giorni precedenti, il primo ministro turco Ahmet Davutoglu aveva detto che la Turchia avrebbe chiesto alla Russia di aumentare lo sconto sul gas fornito al paese: «Visto che il presidente russo Vladimir Putin ha detto che la Turchia avrebbe ricevuto uno sconto del 6 per cento dal gas naturale da gennaio 2015, Ankara ha chiesto un aumento dello sconto». «Ankara spera che la parte russa, tenendo conto delle esigenze della Turchia in materia di gas naturale, faccia un ulteriore sconto» aveva detto Davutoglu. La Russia è il principale fornitore di gas naturale alla Turchia: circa 26,7 miliardi di metri cubi di gas sono stati forniti alla Turchia dalla Russia nel 2013 e si prevede questa cifra passi a 30 miliardi di metri cubi nel 2014. Sempre in tema di gas, il 19 novembre, Turchia e Algeria hanno firmato un nuovo contratto decennale per la fornitura di gas da Algeri.