COREA DEL NORD. Kim si impegna nella denuclearizzazione graduale

53

Il leader della Corea del Nord Kim Jong-un ha detto che il suo impegno per la denuclearizzazione della penisola coreana rimane invariato e ha auspicato che il processo venga portato avanti in più fasi, durante il suo incontro con il ministro degli Esteri russo Sergey Lavrov a Pyongyang, ripreso da Kcna.

Durante l’incontro con Lavrov, Kim ha ribadito il suo impegno per la cancellare il nucleare della penisola, che, ha detto, è rimasto “invariato e coerente”, e ha espresso la speranza che sia questo processo che le relazioni tra Stati Uniti e Corea del Nord «saranno risolti gradualmente».

Il leader nordcoreano ha affermato che la questione della denuclearizzazione deve essere risolta » «attraverso un dialogo e un negoziato efficaci e costruttivi» con gli Stati Uniti, e ha chiesto sforzi reciproci per raggiungere una soluzione che «soddisfi gli interessi reciproci attraverso un nuovo metodo in una nuova era». Kim ha anche sottolineato la necessità di rafforzare le relazioni tra la Corea del Nord e la Russia in un vertice bilaterale nel corso dell’anno per commemorare il 70° anniversario dei loro legami bilaterali.

La visita di Lavrov a Pyongyang, che segna la prima visita di un ministro degli Esteri russo nella Corea del Nord in nove anni, si è svolta in un momento di intensa attività diplomatica, in vista del proposto vertice tra Stati Uniti e Corea del Nord, previsto per il 12 giugno a Singapore.

Da Washington, Donald Trump ha confermato che il vertice con il leader nordcoreano Kim Jong-un si terrà il 12 giugno a Singapore, come inizialmente previsto: «Ci incontreremo il 12 giugno a Singapore. Sarà un inizio. Non ho mai detto che tutto debba accadere in una riunione. Stiamo parlando di decenni di ostilità, anni di problemi, anni di odio tra nazioni così tanto diverse (…) Sarà un processo, ma le relazioni si stanno costruendo e questa è una cosa molto positiva», ha aggiunto il presidente Usa. Trump ha ribadito che il vertice con Kim Jong-un a Singapore potrebbe portare ad un potenziale trattato di pace per porre formalmente fine alla guerra di Corea, anche se ha detto di non credere che un accordo sulla denuclearizzazione sarà raggiunto nel corso del primo incontro, riporta Laht.

Antonio Albanese