BITCOIN. Buffet: “Comprare Bitcoin non significa investire”

378

L’87enne economista della finanza americano e Ceo di Berkshire Hathaway, Warren Buffett, ha nuovamente disprezzato gli investimenti nelle criptovalute, sostenendo che «comprare Bitcoin non significa investire», in un’intervista apparsa su Yahoo Finance.

«Ci sono due tipi di oggetti che le persone comprano e su cui pensano di investire. Su uno sta davvero investendo e sull’altro no». Ha aggiunto Buffet. «Se si acquista qualcosa come una fattoria, una casa vacanza o un interesse per un’azienda (…) si può farlo su base privata (…) ed è un investimento perfettamente soddisfacente. Si guarda cosa quell’investimento stesso possa offrirvi come ritorno. Ora, se si acquista qualcosa come il Bitcoin o qualche criptovaluta, in realtà non hai nulla che ha prodotto nulla. Stai solo sperando che il prossimo tizio paghi di più», ha detto Buffet.

L’economista Usa ha continuato a suggerire che tali investimenti sono solo un “gioco” speculativo e un “gioco” in cui «nessuno sa esattamente che cosa sia il Bitcoin». Il cosiddetto “Oracolo di Omaha” ha ripetutamente disprezzato il settore delle criptovalute, sostenendo che le cripto «faranno una brutta fine», in un’intervista lo scorso gennaio, pur ammettendo che le cripto sono «qualcosa di cui non so nulla». «Ho già abbastanza problemi con le cose di cui so qualcosa, perché dovrei prendere una posizione a lungo o breve termine su qualcosa di cui non so nulla? (….) In termini di criptovalute di solito posso dire con quasi totale certezza che faranno una brutta fine», disse Buffett.

Buffet ha poi sempre sostenuto dal 2014 la mancanza di valore intrinseco delle cripto, quando ha definito il Bitcoin come “un miraggio”, oltre ad affermare che non può essere valutato perché «non è un’attività che produce valore». 

Il magnate americano e il suo team hanno messo in chiaro in molte occasioni, infatti, le loro poche simpatie sul bitcoin e sulle altre criptovalute, nonostante queste stiano guadagnando più attenzione ogni giorno, il che si traduce in un aumento del loro valore.

Antonio Albanese