BERS finanzia cavo sottomarino turco

68

di Luigi Medici TURCHIA – Ankara 25/09/2016. La Banca europea per la ricostruzione e lo sviluppo (Bers) sta finanziando gli investimenti di Ankara nel nuovo sistema di cavo in fibra ottica sottomarino in grado di trasportare dati tra 17 paesi, da Singapore a Francia e Italia. Ne ha dato comunicazione la stessa Bers, ripresa da Reuters.

Bers sta prestando 50 milioni dipolari a Türk Telekom Group, la più grande azienda di telecomunicazioni della Turchia, che sta costruendo il nuovo sistema di cavi sottomarini in consorzio con altri 17 operatori di telecomunicazioni.

Il finanziamento sarà utilizzato per posare i cavi sottomarini e per costruire una unità di derivazione a Marmaris, sulla costa mediterranea, nella provincia di Mugla, a sud-ovest della Turchia. La rete, soprannominata Sea-Me-We 5 (Sud-Est asiatico – Medio Oriente – Europa occidentale 5), sarà lunga circa 20mila chilometri ed sarà operativa alla fine del 2016, collegando il Sud-Est asiatico, il subcontinente indiano, il Medio Oriente e l’Europa.