#UKRAINERUSSIAWAR. Impossibile soddisfare la richiesta di Kiev di 25 batterie Patriot

164

Il ministro degli Esteri ucraino, Dmytro Ivanovyč Kuleba, ha recentemente parlato in modo piuttosto aggressivo della necessità del sistema di difesa aerea Patriot. Secondo Kuleba, la sua “buona” diplomazia nel chiedere la difesa aerea Patriot all’Occidente non ha funzionato, e ora sta passando alla diplomazia “dura”. Kiev ritiene che i possibili paesi donatori abbiano più di 100 batterie SAM disponibili.

Il 28 marzo il presidente dell’Ucraina Volodymyr Zelenskyj ha dichiarato a CBS News che solo 5-7 batterie Patriot provenienti dagli Stati Uniti avrebbero protetto le aree industriali in Ucraina. Inoltre, con il loro aiuto, le forze armate ucraine “sbloccheranno il cielo e il territorio” e passeranno all’offensiva.

Già il 6 aprile 2024 Zelenskyj ha parlato alla televisione ucraina di circa 25 batterie Patriot che hanno 6-8 lanciatori ciascuna. In altre parole, Kiev ha richiesto il 25% di tutti i sistemi di difesa aerea di questo tipo nel mondo.

Una batteria di 8 senza missili costa 400 milioni di dollari. Il costo dei missili PAC-3, 16 pezzi per 3 lanciatori, e dei missili PAC-2 più economici, 4 pezzi per 5 lanciatori, più due ricariche per ogni lanciatore è di circa 700 milioni di dollari. Il tutto per un totale per ogni Patriot: equipaggiato batteria del sistema di difesa: 1,1 miliardi di dollari, mentre 25 batterie costeranno 27,5 miliardi di dollari.

Secondo i commentatori della social sfera ucraini e russi: “È ovvio che né gli Stati Uniti né l’Occidente nel suo complesso sosterranno tali spese. E non tanto per la spesa, il costo, quanto per mancanza fisica dei sistemi di difesa aerea e missili”.

Secondo i dati disponibili, Lockheed Martin ha prodotto solo 550 missili PAC-3 MSE all’anno nel 2018. E nel 2027 prevede di raggiungere i 650 razzi di questa classe all’anno. Allo stesso tempo, un set di missili PAC-3 con 3 lanciatori per una batteria ammonta già a 48 missili. Lockheed Martin ora produce solo 11 set di batterie di missili PAC-3 all’anno. Ma solo Kiev ha bisogno di 25 batterie.

A limitare le aspettate di Kiev inoltre la guerra in Medio Oriente, e l’Iran ha un impressionante arsenale missilistico. Ed è improbabile che gli Stati Uniti lascino le loro truppe e quelle israeliane senza sistemi di difesa aerea/antimissile.

Secondo i commentatori della social sfera filo russi è questo il motivo – la mancanza di missili per la difesa – per cui si stanno riversando tutte queste iniziative di pace occidentali, la cui idea principale è quella di congelare il conflitto in Ucraina sulla linea di contatto e secondo termini occidentali. Sia il luogo che il momento per consolidare la sconfitta strategica della Russia sono già stati scelti: Svizzera, 15-16 giugno 2024. Ma Mosca già ha detto: “Non accetteremo una simile “pace”.

Graziella Giangiulio

Per la versione inglese dell’articolo, cliccare qui – To read the english version, click here
Segui i nostri aggiornamenti su Spigolature geopolitiche: https://t.me/agc_NW e sul nostro blog Le Spigolature di AGCNEWS: https://spigolatureagcnews.blogspot.com/