#ISRAELHAMASWAR. Israele ha anche un fronte nemico interno

61

Israele sta affrontando una guerra contro Hamas dal 7 di ottobre 2023, ma ha anche una sorte di fronte interno con cui discutere. 

“Israele è stato sconfitto strategicamente.[…] e Nasrallah ha vinto la battaglia” ha dichiarato l’ex ministro per la Giustizia israeliano, Haim Ramon, l’11 aprile al quotidiano israeliano Maariv e ha aggiunto “la guerra si è conclusa con una sconfitta strategica per Israele”.

Ad alimentare il fronte interno del no alla guerra anche 100 donne soldato che si rifiutano di prestare servizio al confine di Gaza. Secondo i media israeliani decine di donne soldato dell’esercito di Israele hanno rifiutato di essere smistate per prestare servizio nella base di addestramento, come osservatori all’interno dell’unità di controllo del confine con Gaza.

Channel 7 ha indicato che delle 346 donne soldato questa settimana, circa la metà di loro inizialmente si sono rifiutate di essere trasferite alla base di addestramento, rilevando che l’esercito afferma che il numero aggiornato all’11 aprile è stimato a 116, ovvero circa 30 % di tutte le donne soldato.

La Tv ha poi aggiunto che l’esercito trasferirà alcune di loro, nel centro di detenzione presso la base di assorbimento e smistamento di “Tel Hashomer”, oppure saranno assegnate ad altri lavori.

Il canale ha indicato che questa è la terza coscrizione dal 7 ottobre, che ha visto un gran numero di persone rifiutarsi di prestare servizio nell’unità.

I soldati dell’unità che monitorano le telecamere di sorveglianza lungo il confine di Gaza, inviano forze in caso di potenziali incidenti. L’unità ha più centri di comando in diversi siti militari lungo il confine e la stragrande maggioranza di coloro che prestano servizio nell’unità sono donne soldato.

In precedenza il sito israeliano Ynet aveva riferito che le donne soldato avrebbero cercato di sottrarsi al servizio in queste postazioni di frontiera dopo il 7 ottobre, sostenendo che soffrivano di problemi di salute e psicologici.

L’esercito israeliano ha indicato che circa il 20% è il tasso di rifiuto di routine tra le donne di leva in questo lavoro (nei posti di frontiera). Mentre ogni anno vengono reclutate 1.600 donne di leva, solo 300 di loro vogliono fare il soldato in questi luoghi, secondo i questionari riportati da Ynet.

Antonio Albanese e Graziella Giangiulio

Per la versione inglese dell’articolo, cliccare qui – To read the english version, click here
Segui i nostri aggiornamenti su Spigolature geopolitiche: https://t.me/agc_NW e sul nostro blog Le Spigolature di AGCNEWS: https://spigolatureagcnews.blogspot.com/