Nasce il nuovo esercito siriano

33

GIORDANIA – Amman 19/08/2013. Uno dei leader dell’opposizione siriana ha detto il 13 agosto 2013, che 7mila uomini del regime dell’esercito siriano hanno disertato e si sono rifugiati in Giordania, Libano e Turchia; questi  formeranno il nucleo dell’esercito nazionale della Coalizione Nazionale siriana (Snc) nelle prossime settimane.

A riportare la notizia è il quotidiano Al Hayat. Gli Stati Uniti hanno promesso di formare un’unità di combattimento di 3.000 soldati, mentre i servizi di sicurezza giordani sono riusciti a bloccare uno squadrone della morte governativo ad Amman, la cui missione era di uccidere importanti figure dell’opposizione siriana.

Kamal al-Labwani, funzionario responsabile della sicurezza e della difesa del Snc, ha parlato al quotidiano durante la visita della capitale giordana del presidente Snc Ahmad al-Jarbe. Labwani ha detto che 7.000 tra ufficiali e soldati che avevano disertato dall’esercito regime e si erano rifugiati in Libano, Turchia e Giordania formeranno il nucleo del nuovo esercito nazionale. 

Si tratterà, ha aggiunto, dell’alternativa futura per l’irregolare Esercito siriano libero (Fsa): «Ciò di cui abbiamo bisogno ora è una forza militare disciplinata, che sappia obbedire ai comandi e le cui truppe siano soggette alla giustizia militare. Tale forza militare deve iniziare ad operare entro le aree liberate il più presto possibile e poi passare ad altre aree della Siria», ha detto Labwani. «Attualmente stiamo cercando di creare una base di migliaia di ufficiali disertori che saranno inquadrati nel nuovo esercito in Giordania o in Turchia, ed è possibile che i corsi inizino in territorio turco e giordano dopo l’approvazione delle autorità, o all’interno delle aree liberate se i Paesi rifiuteranno di farlo nel proprio territorio. Stiamo discutendo tutte le opzioni, ma noi preferiamo condurre esercitazioni militari al di fuori del territorio siriano».