L’Interpol cerca Zeidan?

82

LIBIA – Tripoli 13/03/2014. Il procuratore generale Abdel-Qadir Radwan ha chiesto all’Interpol di emettere un mandato d’arresto per l’ex primo ministro Ali Zeidan il 13 marzo.

«Zeidan ha lasciato il paese, anche se era a conoscenza del divieto di espatrio che lo interessava», ha detto Al-Seddiq al-Sewar, portavoce del procuratore generale e a capo delle indagini. Al-Sewar non ha detto se il procuratore generale avesse ricevuto una risposta dall’Interpol sulla sua richiesta. Se arrestato, Zeidan dovrebbe affrontare una vasta gamma di accuse, dallo sperpero di fondi pubblici alla fabbricazione e distruzione di documenti statali, secondo un rapporto del governo libico. Zeidan sarebbe partito dalla Libia a bordo di un aereo privato, insieme con l’ex vice primo ministro Al-Seddig Abdel-Karim, secondo fonti aeroportuali libiche. La stampa maltese ha riportato le parole del primo Ministro maltese Joseph Muscat, secondo cui l’aereo di Zeidan era atterrato a Malta due ore per fare rifornimento prima di proseguire verso una destinazione dell’Europa continentale. Secondo alcuni media libici, Zeidan è in Germania, dove viveva prima di assumere il suo incarico di governo in Libia; fatto non confermato dalle autorità libiche. Al-Sewar ha poi detto che il procuratore generale aveva deciso di impedire a Zeidan di spostarsi dopo aver ricevuto informazioni di una sua fuga prima di essere interrogato. L’11 marzo, il parlamento ad interim della Libia aveva sfiduciato Zeidan e aveva dato al ministro della Difesa, Abdullah al-Thinni, l’incarico di formare un nuovo governo.