Pari opportunità a Riad

52

ARABIA SAUDITA – Riad 13/03/2014. Un importante attivista femminile saudita, vincitrice di un premio internazionale, ha chiesto l’istituzione di un ministero speciale per l’emancipazione delle donne: «Abbiamo bisogno di un ministero per le donne», ha detto Maha Al-Munif, direttore del programma di sicurezza della famiglia.

Al- Munif (nella foto), riporta Zawya, unica araba a ricevere il Women International of Courage Award del Dipartimento di Stato degli Stati Uniti il 4 marzo, ha esortato le autorità saudite a emanare leggi per punire chi molesti le donne. «Dobbiamo diffondere una cultura dei diritti e sradicare la violenza familiare», ha detto Al-Munif a sabq.org. Il ministero, nella proposta, dovrebbe lavorare in coordinamento con i ministeri della giustizia, dell’istruzione, della sanità e del lavoro per attuare politiche e programmi in facole delle donne. «La nostra società è strutturata in modo tale che i problemi delle donne sono sempre trattate separatamente e la partecipazione delle donne è necessaria nel processo decisionale», ha sottolineato Al-Munif. Tuttavia, riporta Arab News, creare un ministero separato potrebbe ulteriormente marginalizzare le donne e limitare la loro partecipazione ad una zona limitata dell’operato politico. Il giornale preferisce la promozione del ruolo delle donne all’interno di ogni ministero, dando loro pari opportunità e ampliando la loro partecipazione al processo di costruzione della nazione.