IRAN. Teheran vuole legami più stretti con Kuala Lumpur

62

«Il terrorismo economico degli Stati Uniti contro l’Iran non durerà per sempre», ha detto il presidente Hassan Rouhani, sottolineando che tutti i Paesi cercano di mantenere relazioni amichevoli con l’Iran. Secondo lui, il vertice di Kuala Lumpur è una buona occasione per i leader mondiali per risolvere i problemi regionali e internazionali, riporta Mehr.

«Crediamo che il negoziato sia l’unico modo per risolvere le sfide regionali», ha osservato il presidente iraniano. L’evento, che si terrà dal 18 al 21 dicembre, riunirà 400 personalità internazionali, tra cui 250 leader mondiali e personalità politiche di 52 paesi. I partecipanti dovranno discutere le questioni più importanti del mondo musulmano. Da quando Mahathir Mohammed ha preso in mano gli affari della Malesia, visto il suo interesse per lo sviluppo delle relazioni con i paesi islamici, Teheran e Kuala Lumpur hanno ampliato i loro legami, riporta Irna.

Per la presidenza iraniana, riporta l’agenzia statale, l’approccio di Mahatir Muhammad ha trasformato la Malesia da un paese in fase di avanzata potenza economica, affermando che il punto di vista di Mahathir Mohammed si basa sull’idea che i paesi islamici dovrebbero lavorare insieme e svilupparsi in armonia con la situazione per lasciare la povertà e la dipendenza perché hanno enormi risorse di ricchezza, ma sono sorpresi a vendere greggio o dipendenza.

Secondo Mahathir Mohammad, l’Iran ha tutti gli elementi e i requisiti essenziali per diventare una potenza regionale e globale e può svolgere un ruolo di leader dell’Islam; e secondo Mahathir Mohammad, può essere raggiunta una buona cooperazione politica ed economica con l’Iran.

La visita di Hassan Rouhani in Malesia costituirebbe un punto di svolta nell’ampliamento delle relazioni tra Teheran e Kuala Lumpur ed eventuali accordi da raggiungere in questo viaggio potrebbero portare ad un rapporto più chiaro tra i due paesi: la Malesia è diventata un paese industrializzato che esporta beni di consumo, ha poli turistici e prodotti elettronici, di tutto interesse per Teheran che in precedenza non è stata in grado di sviluppare relazioni con la Malesia ed è per questo che gli uomini d’affari iraniani guardano più ad ovest che ad est.

Lucia Giannini