852 esecuzioni Iran

44

IRAN – Teheran. 28/10/14. Un Funzionario delle Nazioni Unite esprime preoccupazione per il crescente numero di esecuzioni nella repubblica islamica dell’Iran.

Le Nazioni Unite hanno contato almeno 852 esecuzioni negli ultimi cinque mesi, si tratterebbe del numero più alto al mondo.
Il Funzionario delle Nazioni Unite ha espresso preoccupazione per il crescente numero di esecuzioni in Iran, che è considerato un indicatore del deterioramento della situazione dei diritti umani in questo paese dopo l’arrivo del presidente riformista Hassan Rohani. Ahmed Shaheed relatore speciale delle Nazioni Unite ha detto che «il numero di reati punibili con la morte è scioccante». Egli ha aggiunto: «Siamo stati testimoni l’esecuzione di una persona perché ha fatto un regalo a un’organizzazione straniera». Ahmed Shaheed è stato nominato nel 2011, non ha visitato l’Iran da quando ha preso il posto di lavoro. Ma si è incontrato con più di 400 utenti iraniani tramite Skype ed ha parlato per telefono con i prigionieri. Nel suo rapporto ha anche sottolineato che la libertà di stampa è in difficoltà nella Repubblica islamica dell’Iran con 35 giornalisti dietro le sbarre. Ci sono circa 300 persone imprigionate a causa delle loro pratiche religiose. L’Assemblea Generale delle Nazioni Unite voterà il mese prossimo su un progetto di risoluzione presentata dal Canada a condannare le violazioni dei diritti umani in Iran.