HIMALAYA. Pechino ha aumentato le capacità d’intelligence

95

Al culmine dello stallo militare al confine con l’India nel 2020, la Cina ha installato una rete di fibre ottiche in alcune località dell’Himalaya occidentale, dando loro nuove capacità ISR (intelligence, sorveglianza e ricognizione) quasi in tempo reale nella zona, sostiene un rapporto del Pentagono ripreso da Asia Times, intitolato Sviluppi militari e di sicurezza che coinvolgono la Repubblica Popolare Cinese 2021: «Al culmine dello stallo di confine tra la RPC e l’India nel 2020, l’Esercito Popolare di Liberazione ha installato una rete in fibra ottica in aree remote dell’Himalaya occidentale per fornire comunicazioni più veloci e una maggiore protezione dalle intercettazioni straniere», si legge nel rapporto.

Secondo RealClearDefense, l’attività dell’esercito cinese sul confine indiano è stato uno dei fattori chiave dietro il cambiamento nelle valutazioni del pubblico indiano e del governo del rapporto tra India e Cina. Le schermaglie lungo la Linea di controllo effettivo, Lac, tra le due parti hanno portato a un serio aumento delle forze del Pla, che ha ulteriormente rafforzato le sue posizioni avanzate, secondo l’Hindustan Times.

Il rapporto del Pentagono è stato pubblicato il 3 novembre e comprende diversi approfondimenti sui progressi militari cinesi che stanno suonando campanelli d’allarme nei paesi di tutta la regione. Il principale tra questi è il previsto aumento dell’arsenale nucleare cinese, che il Pentagono prevede possa raggiungere mille testate entro il 2030.

Il rapporto del Pentagono ha detto che i leader del Partito Comunista Cinese hanno incaricato il Pla di sviluppare la capacità di proiettare potenza al di fuori dei confini del paese e dell’immediata periferia per garantire i crescenti interessi di Pechino all’estero e avanzare i suoi obiettivi di politica estera.

I leader del Pcc credono che le attività globali della Cina, compresa la crescente onnipresenza del Pla, siano necessarie per creare un ambiente internazionale favorevole al «ringiovanimento nazionale» della Rpc, secondo il Pentagono. Pechino ha impiegato un approccio più coercitivo per affrontare diverse controversie sulle caratteristiche marittime e la proprietà di giacimenti di petrolio e gas potenzialmente ricchi in mare aperto.

Nonostante la pandemia, gli scontri di confine con l’India, e altri eventi significativi nel 2020, l’esercito cinese ha accelerato il suo addestramento e la messa in campo di attrezzature dal ritmo già veloce degli ultimi anni. Le unità militari cinesi hanno condotto un’ampia formazione di armi combinate e congiunte per tutto il 2020, ha detto il Pentagono: «L’addestramento significativo ha probabilmente preparato il Pla per qualsiasi escalation di tensioni al confine con l’India, così come la preparazione a sostenere una contingenza di Taiwan. Il Pla ha anche cercato di aumentare il realismo del suo addestramento e l’efficacia delle unità della Forza di opposizione negli addestramenti», ha aggiunto.

Luigi Medici