AMBIENTE. Il MERCOSUR decide di agire unito sul cambiamento climatico

63

Uruguay, Argentina, Brasile e Paraguay hanno annunciato il 12 novembre a Glasgow di aver concordato sulla necessità di creare un gruppo di negoziazione per affrontare il cambiamento climatico.

I ministri dei quattro membri pieni del Mercosur che partecipano al vertice sui cambiamenti climatici COP26 di Glasgow hanno insistito sulla rilevanza dell’agricoltura per la sicurezza alimentare globale e sulla necessità di adottare misure in questo senso per adeguarsi al perseguimento degli obiettivi dell’Accordo di Parigi del 2015, riporta MercoPress.

I ministri dell’Ambiente di Uruguay, Argentina, Brasile e Paraguay si sono incontrati per la prima volta nella capitale scozzese e hanno concordato di unire le forze per affrontare il cambiamento climatico da una prospettiva comune.

I funzionari hanno sottolineato il ruolo della scienza, l’importanza della produzione agricola per ottenere la sicurezza alimentare e il ruolo cruciale degli ecosistemi per lo sviluppo sostenibile dei quattro paesi.

Nelson Adrián Peña Robaina dell’Uruguay ha detto che «abbiamo concordato di iniziare a lavorare insieme sulle questioni ambientali attraverso azioni di cooperazione e in questo modo per posizionarci come paesi produttori di alimenti che sono sulla strada della responsabilità ambientale nei loro sistemi di produzione, per facilitare l’accesso dei nostri prodotti ai mercati, sembra chiaro e logico che quei paesi che hanno gli stessi interessi e difficoltà simili si uniscano nella ricerca di obiettivi comuni».

Peña ha anche annunciato una futura riunione che si terrà in Paraguay per mettere a punto i dettagli di questo accordo e generare un programma di lavoro per il futuro.

I ministri hanno sottolineato l’enorme potenziale che questo gruppo ha nella regione per affrontare insieme le sfide del cambiamento climatico e quindi accedere a migliori soluzioni finanziarie per attuare l’azione climatica.

Oltre al ministro dell’Ambiente uruguaiano, Adrián Peña e la delegazione uruguaiana, erano presenti alla riunione il ministro dell’ambiente e dello sviluppo sostenibile dell’Argentina, Juan Cabandié, insieme alle sue delegazioni; il ministro dell’ambiente brasiliano, Joaquim Álvaro Pereira Leite, e il ministro dell’ambiente del Paraguay, César Oviedo.

Maddalena Ingroia