Egitto. Elezioni a ottobre?

92

EGITTO – Il Cairo 13/4/13. Il parlamento egiziano ha approvato una modifica alla legge elettorale l’11 aprile. I politici dell’opposizione hanno denunciato le nuove regole e hanno ripetuto le minacce di boicottare il voto.

La Camera alta, a maggioranza islamista, dovrà inviare il testo alla Suprema Corte Costituzionale per verificarne la legittimità. Il testo riguarda le procedure di voto per una nuova camera bassa. Il tribunale ha 45 giorni di tempo per rivedere il disegno di legge.

Il presidente Mohamed Morsi aveva indetto originariamente le elezioni per l’aprile 2013, ma le aveva rinviate quando la corte aveva annullato il decreto di fissazione delle date.

Morsi ha detto che le elezioni potrebbero ora tenersi nel mese di ottobre 2013, un passaggio che segnerebbe il completamento della transizione democratica post Mubarak dopo oltre due anni di crisi politica ed economica.

Occorre ricordare che una sentenza del tribunale l’anno scorso aveva già sciolto la camera bassa eletta nel 2011-12 in cui vi era la maggioranza per i Fratelli musulmani.

L’opposizione, il Fronte di salvezza nazionale, alleanza di partiti di sinistra e liberali, aveva annunciato che avrebbe boicottato le elezioni di aprile, sostenendo che la legge era stata pensata per soddisfare gli islamisti e aveva chiesto un governo neutrale per garantire un voto equo.