DAESH: on line il testamento di Al Shishani

102

STATO ISLAMICO – Raqqa 05/08/2016. È stata messo in rete la traduzione del testamento del comandante militare dello Stato Islamico, Umar al Shishani.

Come si ricorderà, il georgiano Tarkhan Tayumurazovich Batirashvili è morto a Shirqat, 70 km da Mosul alla metà di luglio.

Subito dopo la conferma della sua morte, era stato postato il testo del testamento in lingua araba. Agli iniziai di agosto è stato quindi messo in rete il testo in inglese, tradotto, come si legge nel documento stesso, dall’originale georgiano da al Hayat Media Center.

Il documento è diviso in 5 punti, in cui Al Shishani invita i suoi uomini a non abbandonare la via del Jihad e dell’Egira, e di combattere per porre nelle mani del Califfato la «Terra dei Due Santuari e Bayt al Maqdis» ossia di prendere possesso dell’area che noi oggi conosciamo come Arabia Saudita e di Gerusalemme.

Nell’ultimo punto, il comandante Daesh ricorda la sua terra d’origine e chiede al Califfo Ibrahim di non dimenticarsi del Caucaso.