Togliere denaro per i bambini per darlo ai terroristi

52

ISRAELE – Gerusalemme 05/08/2016. Uno dei più grandi enti di beneficenza del mondo sarebbe stato truffato: per anni avrebbe finanziato Hamas senza saperlo.

A rivelarlo è l’agenzia di sicurezza interna di Israele, lo Shin Bet, ripreso da Arutz Sheva7. Il gruppo World Vision, organizzazione caritatevole cristiana multi-miliardaria di base negli Usa, avrebbe inconsapevolmente finanziato Hamas a Gaza per circa un decennio dopo che un membro di Hamas, Muhammad Halabi, 38 anni, ingegnere civile, vi si è infiltrato nel 2005. Secondo il rapporto dello Shin Bet uscito il 4 agosto, Halabi ha incanalato milioni di dollari destinati a scopi umanitari verso il gruppo terroristico. Nel 2010, Halabi aveva raggiunto una posizione di alto livello all’interno di World Vision, che ha un suo ramo a Gaza, tale da consentirgli di spostare più di 7 milioni di dollari all’anno nelle casse di Hamas. In un’operazione congiunta di Shin Bet, Idf, e polizia israeliana, Halabi è stato fermato per il suo collegamento con Hamas. Durante l’interrogatorio, Halabi ha ammesso di aver lavorato all’interno World Vision per conto dell’ala militare di Hamas e di aver canalizzato fondi e altre risorse verso il gruppo terroristico. La Shin Bet ha detto di aver arrestato Halabi a giugno al valico di Erez lungo il confine di Gaza. Durante il suo incarico come direttore locale, circa il 60% dei fondi destinati al ramo a Gaza di World Vision è stato trasferito all’ala militare di Hamas, consentendo al gruppo di costruire una base, espandere la propria rete di tunnel, pagare gli stipendi e acquistare armi.