CINA. Sale il prezzo delle Terre Rare

123

I prezzi delle principali terre rare in Cina sono aumentati rapidamente nel 2021. Grazie a un sistema completo di supply chain e a una forte capacità di prevenzione e controllo delle epidemie, l’industria manifatturiera cinese ha registrato un forte rimbalzo nella seconda metà del 2020. Anche i prezzi dell’industria delle terre rare stanno salendo, sebbene il prezzo dei materiali magnetici delle terre rare sia stato temporaneamente corretto all’inizio di dicembre 2020. La China’s Non-ferrous Metal Association, ciò l’Associazione cinese dei metalli non ferrosi, afferma che il trend dei successivi aumenti di prezzo dovrebbe continuare fino al 2021.

Stando ad Atf, all’inizio del 2020 i produttori di metalli non erano molto ottimisti sulle prospettive per l’anno. Ma la domanda a valle di materiali magnetici è aumentata significativamente nella seconda metà dell’anno. L’industria degli elettrodomestici ha visto una grande crescita e la domanda di nuovi veicoli energetici e di turbine eoliche è aumentata drasticamente, portando a un frenetico aumento dei prezzi delle materie prime nel breve termine.

Secondo il China Securities Journal, l’offerta spot di terre rare è scarsa e il ritmo delle consegne dei fornitori è rallentato, si prevede che i prezzi delle terre rare inizieranno un trend di crescita a lungo termine nel 2021 e che i profitti delle aziende nella parte alta della catena dell’industria delle terre rare saranno elevati.

Secondo i dati pubblicati dalla China Association of Automobile Manufacturers il 13 gennaio, nel dicembre 2020 sono stati venduti circa 248.000 nuovi veicoli a energia, con un aumento del 49,5% rispetto all’anno precedente. Nel 2020 sono stati venduti circa 1,367 milioni di nuovi veicoli a energia, con un aumento del 10,9% rispetto all’anno precedente. Contemporaneamente, i principali fornitori di terre rare hanno aumentato i prezzi di listino, beneficiando le imprese della catena di fornitura dell’industria delle terre rare.

L’attuale situazione dell’offerta sul mercato non è cambiata molto e la produzione non è aumentata molto. La produzione di terre rare diminuirà a febbraio, e si prevede che l’offerta diventerà più ristretta, sostenendo così un ulteriore aumento dei prezzi delle terre rare.

Citic Securities ha sottolineato che la domanda per la maggior parte del valore della produzione a valle della catena dell’industria delle terre rare è costituita da materiale magnetico al neodimio. Poiché la domanda a valle di automobili, energia eolica e condizionatori d’aria per inverter a risparmio energetico continua a crescere, il consumo di boro ferroso al neodimio, indispensabile per queste categorie, è destinato a crescere ulteriormente, il che continuerà a guidare il consumo di materie prime a monte.

La tendenza al controllo rigoroso dell’offerta a monte delle terre rare è invariata, e la domanda di rifornimento della catena industriale continuerà nel prossimo futuro. Si prevede che i prezzi delle terre rare continueranno ad aumentare nel primo trimestre, ha detto Citic.

Lucia Giannini