Su facebook annuncio dell’occupazione universitaria in Cile

46

CILE – Santiago del Cile. 04/06/13. Ieri degli studenti hanno occupato l’edificio principale del campus della Universidad de Chile. Gli studenti hanno avvolto con un fazzoletto rosso la statua del fondatore dell’Università Andrés Bello.

15 studenti, che non si sono identificati e non appartenenti a nessuna organizzazione, si trovano all’interno del palazzo, situato su Alameda nel centro di Santiago. I manifestanti hanno appeso un cartello lungo la storica facciata gialla del palazzo centrale dichiarandolo “en toma” (in sciopero).  La Federazione degli Studenti presso l’Universidad de Chile (FECH) ha dichiarato di schierarsi con l’occupazione degli studenti, anche se non sono responsabili dell’occupazione. «Esprimiamo la nostra profonda convinzione nel movimento che, per diversi anni, ha chiesto che l’istruzione venga riconosciuta come un diritto», l’organizzazione studentesca ha annunciato via Facebook. «Allo stesso tempo, la nostra forma di processo decisionale si basa su procedure democratiche». FECH delibererà la prossima mossa in un incontro organizzato dal Consiglio di Amministrazione. Dobbiamo discutere tra di noi, ha fatto sapere Andrés Fielbaum, presidente di FECH al Santiago Times, per intensificare le azioni di protesta del movimento.  Nel 2011, Universidad de Chile studenti hanno tenuto occupato l’università per 7 mesi.  Al momento della sua conclusione, Scarlett Mac-Ginty, ex presidente FECH, ha sottolineato l’importanza dell’inclusione all’Università in movimento educazione di Universidad de Chile. «Noi vogliamo che continui ad essere un simbolo per la lotta per l’istruzione», ha detto Mac-Ginty.