AUSTRALIA. Carlo III cancellato dalle banconote

274

L’Australia sta eliminando la monarchia britannica dalle sue banconote. La banca centrale australiana ha dichiarato il 2 febbraio che la nuova banconota da 5 dollari sarà caratterizzata da un disegno indigeno anziché dall’immagine di Re Carlo III. Ma il re dovrebbe ancora comparire sulle monete che attualmente riportano l’immagine della defunta regina Elisabetta II.

La banconota da 5 dollari era l’unica banconota australiana ad avere ancora l’immagine del monarca. La banca ha dichiarato che la decisione è stata presa dopo aver consultato il governo del partito laburista di centro-sinistra, che ha appoggiato il cambiamento. Gli oppositori sostengono che la mossa sia motivata politicamente.

Il monarca britannico rimane il capo di Stato dell’Australia, anche se oggi questo ruolo è in gran parte simbolico. Come molte ex colonie britanniche, l’Australia sta discutendo in che misura mantenere i suoi legami costituzionali con la Gran Bretagna.

La Reserve Bank australiana ha dichiarato che la nuova banconota da 5 dollari avrà un disegno che sostituirà il ritratto della regina, morta lo scorso anno. La banca ha dichiarato che la mossa onorerà «la cultura e la storia dei primi australiani (…) L’altro lato della banconota da 5 dollari continuerà a raffigurare il Parlamento australiano», ha dichiarato la banca in un comunicato.

Il leader dell’opposizione Peter Dutton ha paragonato la mossa al cambiamento della data della festa nazionale, l’Australia Day. Dutton ha detto che il primo Ministro Anthony Albanese ha avuto un ruolo centrale nella decisione di non far apparire il re sulla banconota, esortandolo ad “ammetterlo”.

Dopo essersi insediato l’anno scorso, Albanese ha iniziato a gettare le basi per una repubblica australiana creando una nuova posizione di viceministro per la repubblica, ma l’organizzazione di un referendum per rompere i legami costituzionali con la Gran Bretagna non è stata una priorità di primo ordine per il suo governo.

La banca ha in programma di consultare i gruppi indigeni nella progettazione della banconota da 5 dollari, un processo che si prevede richiederà diversi anni prima che la nuova banconota venga resa pubblica.

L’attuale banconota da 5 dollari sarà emessa fino all’introduzione del nuovo design e continuerà ad avere corso legale anche dopo l’entrata in circolazione della nuova banconota.

Il volto di Re Carlo III dovrebbe comparire sulle monete australiane nel corso dell’anno. Un dollaro australiano vale circa 71 centesimi in valuta statunitense. La moneta britannica ha iniziato la transizione al nuovo monarca con l’emissione della moneta da 50 pence a dicembre. Sul fronte della moneta c’è Carlo, mentre il retro commemora sua madre.

Secondo la Reserve Bank of Australia, questa settimana erano in circolazione 208 milioni di banconote da 5 dollari per un valore di 1,04 miliardi di dollari australiani, pari a 734 milioni di dollari Usa.

Il taglio più piccolo dell’Australia rappresenta il 10% degli oltre 2 miliardi di banconote australiane in circolazione. Il partito laburista di centro-sinistra di Albanese vuole fare dell’Australia una repubblica con un cittadino australiano come capo di Stato al posto del monarca britannico.

Dopo che i laburisti hanno vinto le elezioni nel maggio dello scorso anno, Albanese ha nominato Matt Thistlethwaite ministro aggiunto per la repubblica. Gli australiani hanno votato in un referendum del 1999, proposto da un governo laburista, per mantenere il monarca britannico come capo di Stato dell’Australia.

Quando la regina Elisabetta è morta, il governo si era già impegnato a tenere un referendum quest’anno per riconoscere le popolazioni indigene nella costituzione. Il governo ha liquidato l’aggiunta di un quesito sulla repubblica a quel referendum come una distrazione indesiderata dalla sua priorità indigena.

Tommaso Dal Passo

Segui i nostri aggiornamenti su Spigolature geopolitiche: https://t.me/agc_NW e sul nostro blog Le Spigolature di AGCNEWS: https://spigolatureagcnews.blogspot.com/