ARABIA SAUDITA. Ci potrebbe essere un nuove Re entro dicembre

100

Il principe ereditario saudita Mohammad bin Salman, figlio dell’attuale re saudita, Salman, 84 anni, ricoverato il 20 luglio, assumerà probabilmente il controllo del regno prima delle elezioni americane di novembre. Stando a Asia Times, il cambiamento potrebbe anche avvenire entro il prossimo mese.

Re Salman, che secondo la Corte reale è stato ricoverato in ospedale per un’infiammazione della cistifellea, non starebbe in fin di vita, tuttavia, tra l’incertezza sulla sua salute e le imminenti elezioni negli Stati Uniti, il principe ereditario, Mbs, 34 anni potrebbe prendere le redini del regno per garantire un trasferimento di poteri senza intoppi.

Il principe ereditario si è già mosso per eliminare i suoi più seri rivali, rendendo ogni tentativo di salire al trono per chiunque altro una “missione suicida”: il principe Ahmed bin Abdulaziz, il fratello minore di re Salman, tornato da Londra nell’ottobre del 2018 per colloqui sui danni d’immagine seguiti alla protesta per l’omicidio del giornalista del Washington Post Jamal Khashoggi, è stato imprigionato per un presunto tentativo di colpo di stato a marzo 2020; il principe Mohammad bin Nayef, ex principe ereditario e confidente di lunga data dei servizi segreti statunitensi, è stato arrestato la stessa notte.

L’Arabia Saudita è stata governata da uno dei figli di Abdulaziz bin Saud, il fondatore, con un’autorità passata di fratello in fratello e sigillata dal consenso della famiglia. Mohammad bin Salman sarebbe il primo re nella storia dell’Arabia Saudita a mancare di tale legittimità. Tutti gli altri pretendenti al trono sono oggi agli arresti.

Questo non significa che il principe ereditario stia tranquillo: Mbs, nemmeno il più anziano tra i suoi stessi fratelli, manca della tradizione del regno.

Il controverso erede ha motivo di cementare ulteriormente la sua presa sul potere in vista delle elezioni presidenziali di novembre, in cui il suo difensore dell’Ufficio Ovale, Donald Trump, e il suo pari generazionale, l’uomo di punta in Medio Oriente Jared Kushner, potrebbero essere potenzialmente estromessi dal potere. L’avversario di Trump, il candidato democratico Joe Biden, ha criticato la politica di Bin Salman, dalla guerra in Yemen all’assassinio di Khashoggi.

Avendo danneggiato il tradizionale sostegno bipartisan degli Stati Uniti al regno, Bin Salman rischia di perdere la sua influenza all’indomani dell’era di Trump.

Luigi Medici