IRAN. Pronti al dialogo con Emirati Arabi Uniti e Arabia Saudita

56

Il generale Yahya Rahim Safavi, consigliere militare della Guida Suprema, ha dichiarato che le relazioni dell’Iran con gli Emirati Arabi Uniti sono migliorate e che la Repubblica Islamica è pronta per il dialogo con l’Arabia Saudita: «I nostri rapporti con gli Emirati Arabi Uniti sono migliorati e l’atteggiamento di Abu Dhabi nei nostri confronti è cambiato», riportano Middle East Monitor, Al Jazeera, e Teheran Times.

«Siamo pronti a dialogare con l’Arabia Saudita senza precondizioni se sono d’accordo (…) Riyadh deve ammettere il fallimento della sua guerra nello Yemen e adottare una nuova politica (…) Quello che sta succedendo nello Yemen è il futile caos militare che l’Arabia Saudita porta in primo luogo», ha aggiunto il generale Safavi.

L’Iran e l’Arabia Saudita sono divisi su una serie di questioni, tra cui la guerra saudita contro lo Yemen e il sostegno di Riyadh alle mosse anti-Iran di Donald Trump. L’Arabia Saudita ha lanciato una campagna militare contro lo Yemen nel marzo 2015 con l’obiettivo di eliminare i gruppi di opposizione yemeniti che avevano rovesciato il governo del presidente Mansour Hadi. Il principe ereditario Mohammed bin Salman aveva promesso di ripristinare il presidente rovesciato nel giro di poche settimane.

In un rapporto del 24 marzo, Amnesty International scrive: «In tutto il Paese si stanno commettendo gravi violazioni dei diritti umani, compresi quelli che potrebbero essere considerati crimini di guerra. Entro la fine del 2019, si stima che oltre 233.000 yemeniti sarebbero stati uccisi a causa dei combattimenti e della crisi umanitaria». Nel frattempo, l’Ufficio dell’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i diritti umani ha documentato più di 20000 civili uccisi e feriti dai combattimenti dal marzo 2015.

Nel frattempo, anche Hossein Dehghan, consigliere militare del leader della rivoluzione islamica Ayatollah Ali Khamenei, ha fatto osservazioni simili, dicendo che l’Iran è pronto a tenere colloqui con l’Arabia Saudita senza condizioni preliminari.

Ha detto che le relazioni dell’Iran con gli Emirati Arabi Uniti stanno migliorando e che la posizione di Abu Dhabi sull’Iran è cambiata, riporta Irna. Dehghan ha anche detto che l’Arabia Saudita dovrebbe ammettere la sconfitta nello Yemen e adottare nuove politiche.

Antonio Albanese