RUSSIA. Testato il missile ipersonico Kinzhal

151

Mosca afferma di aver testato con successo il missile “ipersonico”, che il presidente Vladimir Putin aveva svelato all’inizio di questo mese; secondo Putin, il missile volerebbe a 10 volte più veloce della velocità del suono. Il Kinzhal è stato lanciato da un MiG-3, decollato da un aeroporto nel Distretto Militare Meridionale della Russia, ha dichiarato il ministero della Difesa russo l’11 marzo, riportano Interfax e Afp.

Le riprese video, pubblicate dal ministero, mostrano due piloti che si preparano per un volo e poi corrono verso un jet che trasporta un grande missile sotto la sua fusoliera. Il video mostra poi un missile che si stacca dall’aereo e inizia a violare. «Il lancio è andato secondo i pianI, il missile ipersonico ha colpito il suo obiettivo di prova», ha detto il ministero.

Il missile Kinzhal è uno dei tanti nuovi armamenti che Putin ha illustrato nel suo discorso sullo stato della nazione il 1° marzo, in vista delle elezioni presidenziali del 18 marzo.

Il missile può portare testate nucleari e convenzionali a una gamma di oltre 2.000 chilometri, ha detto il presidente russo, contendendo che può superare i sistemi di difesa aerea. Il missile è stato dispiegato nel Distretto Militare Meridionale dal 1° dicembre.

Putin disse anche che la Russia aveva testato un missile nucleare da crociera e un drone subacqueo ad alta velocità capace di trasportare una testa di guerra nucleare che, ha sostenuto, sarebbe stato impossibile intercettare.

Il presidente russo aveva anche reso pubblico il test di un nuovo missile balistico intercontinentale, chiamato Sarmat, in grado di portare una gamma e numero di testate che superano di gran lunga i suoi predecessori.

Il nuovo programma militare è stato preparato sulla base dell’esperienza dell’uso di armi e attrezzature militari in combattimento in Siria. Le nuove piattaforme e i nuovi sistemi sono stati testati così in condizioni estreme.

Anna Lotti