RUSSIA. Il prezzo del gas per l’UE resterà invariato

90

La russa Gazprom ha annunciato che i prezzi per l’esportazione del gas verso l’Europa quest’anno rimarranno nel range di 180-190 dollari per 1000 metri cubi.

Il prezzo delle esportazioni di gas naturale verso l’Europa sembra destinata a rimanere all’interno della fascia 180-190 dollari come ha annunciato il vice presidente della società energetica russa Alexander Medvedev, ripreso da Sputnik.
«La gamma di prezzo del 2017 sarà compresa tra i 180 e i 190 dollari per 1.000 metri cubi», ha detto Medvedev durante l’Investor Day a Singapore.

Medvedev ha sottolineato che l’Europa è ancora la principale destinazione per le esportazioni di gas naturale di Gazprom: «L’Europa è stata ed è tuttora il mercato prioritario di Gazprom», ha detto Medvedev a Singapore.

La quota di Gazprom nel mercato europeo del gas è passata dal 31 per cento al 34 per cento nel 2015, ha detto il vice presidente. «La nostra quota non cambierà nei prossimi anni», ha predetto Medvedev.

Parlando all’evento, un’altra carica Gazprom, Andrey Kruglov, vice presidente del comitato di gestione della società, ha detto che Gazprom pagherà fino al 50 per cento dei suoi guadagni in dividendi se il governo lo disporrà.

«Per quanto riguarda i piani per aumentare i pagamenti di dividendi fino al 50 per cento, ci impegniamo a rispettare l’impegno, qualora venisse presa questa decisione dal governo» ha detto Kruglov a Singapore. «L’attuale politica dei dividendi è equilibrata e ottimale» ha poi aggiunto.

Il primo ministro russo Dmitry Medvedev aveva chiesto, si era detto, a diverse compagnie statali lo scorso anno di aumentare la quantità di dividendi che pagavano al governo e ai loro azionisti di almeno il 50 per cento.

Gazprom, inoltre, sta valutando la possibilità di utilizzare i gasdotti Poseidon e Trans Adriatic Pipeline per esportare il gas verso l’Europa.

Tap, parte del Corridoio meridionale del gas, è uno dei progetti energetici prioritari per l’Unione europea per trasportare il gas dalla fase 2 di Shah Deniz, Azerbaijan, ai paesi dell’Ue; mentre il Tanap dal confine turco-greco, attraverso la Grecia, l’Albania e il Mare Adriatico, prima di arrivare nel sud d’Italia.

Poseidon è il progetto per la costruzione di una parte offshore del gasdotto Itgi che passerà nel Mar Ionio per collegare i sistemi di trasporto del gas in Grecia e in Italia.

Anna Lotti