GAzprom aumenta l’export verso l’Ue

21

RUSSIA – Mosca. 03/02/15. L’azienda Gazprom russa ha detto che aumenterà le esportazioni di gas verso l’Europa dal 5 all’8 per cento per un valore di 160 miliardi di metri cubi nei prossimi tre anni, e quindi conta di rimanere il più grande fornitore di gas in Europa.

A dare la notizia la testata Russia Today che cita il Ceo, Aleksandr Medvedev secondo cui la società si aspetta di aumentare le esportazioni verso l’Europa fino all’8 percento entro il 2017. Lo ha riferito durante un incontro con gli investitori di Hong Kong. «Dato il continuo e la graduale riduzione della produzione di gas in Europa, Gazprom ha previsto un aumento delle forniture verso i paesi europei che nel medio termine arriveranno a circa 155-160.000.000.000 di metri cubi l’anno» ha detto.
Le esportazioni di Gazprom sono diminuite del 9 per cento a 147 miliardi da 162,7 miliardi di metri cubi nel 2013. Il prezzo medio del gas russo venduto in Europa, esclusi i paesi baltici e della CSI, è sceso a 341 dollari per mille metri cubi da 385 dollari nel 2013 e 403 dollari nel 2012. Tuttavia, Gazprom progetta di rimanere il più grande fornitore di gas per l’Europa, mantenendo la sua quota del 30 per cento, o addirittura aumentarla, ha detto il capo del futuro sviluppo Dmitry Lugai, come citato da RIA Novosti. Secondo le previsioni dell’azienda, la domanda europea di gas aumenterà, a causa di un rallentamento nello sviluppo dell’energia nucleare e un aumento del numero dei veicoli con motore a gas. «Il divario tra la domanda di gas e la sua produzione nella regione può raggiungere circa 400 miliardi di metri cubi all’anno entro il 2030. Allo stesso tempo, la necessità per l’Europa di importare gas sarà fornito principalmente da gasdotti e forniture dirette dalla Russia, Norvegia e Algeria, nonché attraverso le forniture di GNL», ha aggiunto Lugai. Inoltre, Gazprom prevede di acquistare non più di 10 miliardi di metri cubi di gas dal Turkmenistan e Uzbekistan, in sostituzione del gas russo, ha aggiunto.
«Purché non ci sono le condizioni economiche favorevoli nel corso dei prossimi 10 anni, Gazprom ha il potenziale per aumentare la produzione di gas a 550-650.000.000.000 di metri cubi», ha detto il Ceo. La società prevede di aumentare il volume di gas naturale liquefatto (GNL) a 25 milioni di tonnellate all’anno entro il 2025.