Gas russo scontato per Minsk

5

RUSSIA – Mosca 04/03/2016. Mosca e Minsk starebbero trattando sul prezzo del gas russo venduto alla Bielorussia.

Secondo quanto riportato dal Kommersant e da Ria Novosti, le autorità bielorusse intendono attuare in breve tempo la parità tra il prezzo praticato da Gazprom sul mercato interno russo e quello bielorusso o estero. Mosca avrebbe offerto delle opzioni temporanee prima dell’entrata in vigore della tariffa unica dell’Unione economica eurasiatica prevista per il 2017-2018.
Nei giorni scorsi, precisamente il 2 marzo, sia il vice primo ministro russo Arkady Dvorkovich e il suo omologo bielorusso, Vladimir Semashko, sia i due ministri dell’Energia, Alexander Novak e Vladimir Potupchik, hanno discusso proprio dei prezzi del gas. Secondo Kommersant, sarebbero due le linee di dialogo: la parità tariffaria tra i due mercati nel quadro Ceea, che prevede un mercato unico dell’energia; e inoltre, il prezzo effettivo al quale Minsk acquisterà il gas russo alla fine dei negoziati. Gazprom quindi senza tenere conto delle imposte, dei costi di trasporto e di tutti i costi di stoccaggio del prezzo del gas all’esportazione dovrebbe fare lo stesso prezzo sul mercato interno: Mosca aveva annunciato questa intenzione nel 2007, ma a causa della crescita dei prezzi esterni e della crisi economica ha rivisto i piani rinviandola fino all’anno 2017-2018. Secondo il quotidiano economico russo, Minsk richiede che prima dell’introduzione della parità Bielorussia-Russia, Mosca conceda uno sconto di 25 dollari per mille metri cubi rispetto al prezzo base. Dai calcoli fatti dal quotidiano, il prezzo stimato sarebbe di 6,5 dollari per mille metri cubi, quasi tre volte inferiore al costo medio di produzione nella Federazione Russa. Kommersant va oltre: Minsk avrebbe chiesto in alternativa uno sconto di 25 dollari sul prezzo finale, che include tutti i costi di esportazione. Dal 2008, il prezzo per la Bielorussia è calcolato trimestralmente sulla base degli indici dei prezzi per il gasolio e dell’olio combustibile. Oggi è di 142,4 dollari per mille metri cubi; con lo sconto sarebbe di 117,4 dollari per mille metri cubi. Si tratta del più basso prezzo all’esportazione di Gazprom.
Il vicepremier bielorusso Semashko ha anche detto che la Bielorussia si aspetta, a marzo, di concordare la riduzione del costo del gas russo.