Kashagan redditiva dal 2017

78

KAZAKHSTAN – Astana 08/02/2015. La redditività del giacimento di Kashagan potrebbe essere valutata correttamente non prima del 2017.

Il ministro dell’Energia kazako, Vladimir Shkolnik, riportato dall’agenzia Kazinform, ha osservato che la sostituzione delle tubazioni è in corso e questo lavoro dovrebbe essere completato nel dicembre 2016. Poi dovrebbe avviarsi la produzione commerciale di petrolio del giacimento. «Sarà possibile dire se il campo sia redditizio o meno solo in quel momento. Dipenderà da prezzi del petrolio tra due anni e dopo», ha detto Shkolnik. Nel frattempo il ministro ha osservato che il costo del petrolio dei grandi campi in Kazakhstan, come Karachaganak e Tengiz, è il più basso del paese. «Sono sicuro che anche il petrolio di Kashagan sarà basso», ha detto il ministro. Secondo alcune analisi, la produzione di petrolio di Kashagan sarebbe inutile se i prezzi del petrolio restassero al livello attuale, al di sotto dei 50 dollari al barile. Kashagan è un grande giacimento di petrolio e gas in Kazakhstan, nel nord del Mar Caspio. Le riserve geologiche di Kashagan sono stimate in 4,8 miliardi di tonnellate di petrolio. Le riserve di petrolio ammontano a 38 miliardi di barili, circa 10 miliardi sono riserve recuperabili; inoltre ci sono grandi riserve di gas naturale nel giacimento di Kashagan: oltre mille miliardi di metri cubi. La produzione del giacimento Kashagan è iniziata a settembre 2013, ma nell’ottobre dello stesso anno, fu bloccata dopo una perdita di gas in uno dei principali oleodotti. L’analisi ha rivelato numerose fessure nelle tubazioni, che dovevano essere completamente sostituite. La sostituzione dovrebbe durare almeno due anni.