ISIS. L’intelligence OSINT di Daesh

181

Iniziamo col parlare delle OSINT UNIT di ISIS.  La funzione delle OSINT UNIT ISIS è “l’alert” ovvero essere “sul pezzo” e postare in tempo reale quanto accade nel mondo, dall’incendio all’incidente stradale. I canali social con questa funzione sono sempre più numerosi e seguono tutti la scia dei primi canali Munasserin nati con questo scopo.  

Sempre in tema di canali sono stati postati molti link a canali in lingua inglese. Mentre in tema di comunicazioni si segnala il bollettino di notizie “sporadiche” che comprende quelle del mattino e sera e l’edizione della rivista An Naba, il settimanale dello Stato Islamico che ha dedicato ampio spazio alle battaglie in Egitto.

In Rete si trovano molti consigli per non cadere nelle trappole “web” dei nemici, come i link trappola, dove si annidano virus; spiegazioni delle differenze tra ISIS e altri gruppi “salafiti”. Sottolineiamo ancora una volta che la dottrina religiosa di ISIS tende sempre a distinguersi dalle altre, perché vuole “delinearsi come unica” e vera che segue la via di Allah. 

È stato pubblicato un video da al Furat, di soli 7 minuti, in cui si narra la battaglia di ISIS contro le milizie sciite irachene al confine con la Siria nei pressi di Al Tanf di alcuni giorni fa. A parte il numero dei morti, ancora incerto: sarebbe arrivato a 70, secondo la milizia colpita Sayid al-Shuhada, che vuole far passare i suoi morti come caduti a causa dei bombardamenti USA.

ISIS asserisce nel video che con 5-7 uomini ha ucciso 76 iracheni e iraniani mentre del loro commando solo un uomo è morto, gli altri sono rientrati alla base, non si sa dove, tutti sani e salvi.

Nel video si vede come ISIS abbia compiuto una vera e propria imboscata alle prime luci dell’alba. A parte una iniziale resistenza, probabilmente di chi era di guardia, si vedono moltissimi soldati, miliziani, morti senza impugnare un’arma, uomini che hanno cercato rifugio dietro le dune artificiali e i furgoni. In preda al panico, nel vano tentativo di sfuggire all’ira di ISIS. ISIS che non ha avuto nessuna pietà avendo il preciso compito di sterminare la katiba e gli iraniani che erano in base. L’unico arrestato armato che si vede è stato un iraniano, poi giustiziato. Quello che sorprende è la mancata copertura aerea e la totale impreparazione dei soldati all’attacco a sorpresa. Molti di loro erano senza scarpe, in pantaloni corti. Nessuno si aspettava l’attacco. E molto probabilmente per questo sono stati tutti trucidati.

Redazione

DAESH MATRIX è il secondo volume dedicato al fenomeno dello Stato Islamico. 

È possibile acquistare il libro su Tabook.it