Soryu class made in India

103

INDIA – Nuova Delhi 31/01/2015. Nuova Delhi sta valutando la costruzione di sei sottomarini diesel-elettrici Soryu classe giapponesi in un cantiere indiano, in base alle risorse media indiani.

«In linea con la sua espansione di partnership strategiche, il governo Modi ha chiesto all’Amministrazione Abe se è interessato al progetto del valore di 8,1 miliardi di dollari per costruire sei sottomarini stealth in India» riporta il Times of India.
Va notato che nel 2007, l’India aveva lanciato “Progetto 75”, per sostituire la sua vecchia flotta. Dopo ripetuti ritardi, il piano alla fine ha ottenuto nuova linfa con Narendra Modi. Si prevede che i sei sottomarini diesel-elettrici saranno costruiti in India, in conformità con l’iniziativa “made in India”.
L’Amministrazione Modi ha annunciato di aver inoltrato una proposta al Giappone per “considerare la possibilità” di costruire i suoi sottomarini classe Soryu in India, a condizione che il Giappone formi una joint venture con un cantiere navale indiano. I sottomarini classe Soryu, prodotti da Mitsubishi Heavy Industries e Kawasaki Shipbuilding Corporation hanno una serie di caratteristiche interessanti: con le sue 4.200 tonnellate sommerse, la classe Soryu è notevolmente più grande rispetto sia della tedesca Type 214, della francese Scorpene, o della russa Kilo, e può trasportare un carico di armi molto più pesante. È più silenzioso e ha n raggio d’azione più ampio rispetto alle omologhe sul mercato. Il costo si aggira sui 500 milioni di dollari.
Australia e Giappone hanno recentemente discusso un programma finalizzato alla vendita e all’acquisto di 12 Soryu.
The Times of India sottolinea che gli Stati Uniti «hanno spinto per una maggiore cooperazione di difesa tra India, Giappone e Australia», al fine di controbilanciare la crescente potenza militare della Cina nella regione Asia-Pacifico e in particolare nel Mar Cinese Meridionale, a lungo oggetto di feroci dispute territoriali fra Pechino e i suoi vicini».