COREA DEL NORD. Pyongyang ha fatto scorta di petrolio per la guerra

10771

La Corea del Nord ha fissato l’obiettivo per il 2017 di aumentare le sue riserve petrolifere portandole a 1 milione di tonnellate in previsione di ulteriori sanzioni internazionali e di scontri futuri. Lo riporta il Tokyo Shimbun, che cita fonti di Pyongyang, ripreso da Yonhap.

Il giornale nipponico afferma che il leader nordcoreano Kim Jong-un ha preso la decisione di assicurarsi uno stock petrolifero di 1 milione di tonnellate durante una riunione della Commissione per gli affari statali ad aprile scorso.

L’importo previsto rappresenta circa la metà o due terzi delle importazioni annue di petrolio greggio e prodotti petroliferi della Corea del Nord. La Repubblica Popolare di Corea importa generalmente circa tra 1,5 milioni a 2 milioni di tonnellate di greggio e prodotti petroliferi all’anno, di cui il 90 per cento viene spedito dalla Cina.

In seguito alla decisione di aprile il numero di stazioni di servizio chiuse a Pyongyang è aumentato, con conseguente aumento dei prezzi del petrolio.

I prezzi del petrolio nel Nord si sono stabilizzati più tardi, ma negli ultimi tempi sono ricominciati a salire, facendo ipotizzare che le autorità limitassero artificialmente l’offerta di petrolio sul mercato.

Persino i funzionari di partito a Pyongyang sonnolenza benzina per le auto e devono dipendere da fornitori privati, riporta il giornale.

Il Nord ha recentemente deciso di cancellare una manifestazione aerea internazionale in programma per il 23-24 settembre a Wonsan sulla costa orientale, in un’apparente mossa per evitare lo spreco di carburante avio di fronte alle nuove sanzioni dal Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite per le  sue ripetute provocazioni nucleari e missilistiche.

Nel frattempo, il leader nordcoreano Kim Jong-un ha ospitato un gruppo di giovani cadetti del paese, riporta Kcna. Kim ha scattato foto con i partecipanti alla quarta conferenza dei “Segretari della Lega giovanile dell’esercito popolare coreano”.

La sessione fotografica ha avuto luogo al Kumsusan, il mausoleo di  Kim Il-sung e Kim Jong-il, Kcna non ha specificato la data dell’evento, che si pensa sia avvenuto il 1 settembre. Kim era accompagnato da alti funzionari militari, tra cui Kim Won-hong, che sarebbe tornato al potere dopo essere stato epurato all’inizio di quest’anno, da ministro della Sicurezza dello Stato. Nella nota di Kcna non viene indicato il suo incarico ufficiale. Il mese scorso Kim avrebbe assunto l’incarico di vice direttore del Dipartimento di politica generale del Kpa, l’esercito nordcoreano.

Antonio Albanese