L’open source della CIA

7

STATI UNITI D’AMERICA – Washington 28/07/2016. La Cia ha avuto un vantaggio importante d’intelligence utilizzando qualcosa a disposizione di tutti: set di dati open source.

L’agenzia ha assunto specialisti di open source per analizzare insiemi di dati pubblici e combinarli con dati classificati: «È stato enorme, credo, il vantaggio per compiere le nostre diverse missioni», ha detto il direttore della Cia John Brennan, ripreso da nextgov.com. Brennan ha fatto questa dichiarazione ad un evento della Intelligence and National Security Alliance, durante il quale ha discusso della modernizzazione della Cia. La “Open Source Enterprise” posta all’interno del nuovo Directorate of Digital Innovation della CIA consente una combinazione di personale e strumenti tecnici per ottenere un’analisi più accurata degli eventi mondiali, ha detto Brennan. «Stiamo cercando di implementare sempre di più questi specialisti open source nei nostri centri di missione (…) Avere la possibilità di sfruttare l’ambiente open source e gli strumenti open source, unendoli alle informazioni acquisite clandestinamente arricchisce in termini di comprensione e creazione di nuove conoscenze» combinare i set di dati offre un quadro più chiaro di un evento, ha aggiunto.