Nobel per la pace a Snowden e Manning

59

FRANCIA – Strasburgo 03/02/2014. Edward Snowden e Chelsea Manning (cioè Bradley Edward Manning) sono stati candidati al Nobel per la Pace 2014. Si tratta dei due protagonisti al centro dello scandalo sullo spionaggio globale.

È una candidatura congiunta fatta dai deputati del PiratenPartei dell’Islanda e dagli omologhi eurodeputati “pirata” del Parlamento europeo, riporta phibetaiota.net

«Manning ci ha dato una visione della realtà brutale della guerra e la doppiezza del potere politico. Snowden ha rivelato come gli Stati Uniti guardino e controllino i flussi delle nostre informazioni. Nel loro insieme, si tratta di un’immagine molto forte. Ecco perché noi li nominiamo insieme», ha detto Amelia Andersdotter, membro del Parlamento europeo ed “europirata”. «Le rivelazioni di Edward Snowden hanno, tra le altre cose, portato ad una vasta inchiesta sulla sorveglianza di massa fatta dal Parlamento europeo. Fare di lui il premio Nobel per la Pace sarebbe un modo ulteriore per dire che la società democratica mondiale sta dietro le sue azioni. Invece di dare il premio a chi detiene il potere, il Comitato del Nobel dovrebbe darlo a chi sbugiarda il potere», ha detto Christian Engström, altro europirata. Edward Snowden ha avuto un’altra candidatura allo stesso premio da parte di due politici norvegesi : i socialisti Baard Vegar Solhjell, ex ministro dell’ambiente, e Snorre Valen. Manning lo era stato già nel 2013.