I debiti di Kiev

48

RUSSIA – Mosca 03/02/2104.  L’Ucraina in crisi deve attualmente alla Russia circa 3,35 miliardi di dollari in bollette del gas non pagate e Kiev è in ritardo con i rimborsi nonostante un grande sconto sul carburante concesso da Mosca nel 2013, riporta il quotidiano Vedomosti il 03 febbraio.

È improbabile che l’ex nazione sovietica riesca a pagare il conto del gas di 650 milioni di dollari per gennaio della Gazprom, ente di stato, riporta Vedomosti citando il portavoce del presidente Vladimir Putin.

La Russia ha accettato di ridurre drasticamente il prezzo del gas nel suo piano di salvataggio del dicembre 2013 percepito come premio politico per il presidente ucraino, Viktor Yanukovich, dopo il suo rifiuto degli accordi di integrazione con l’Ue per cementare invece legami più stretti con la Russia.

L’Ucraina è attualmente alle prese con una crisi politica come manifestazioni di piazza anti-governative continuano. Lo scioglimento del governo ucraino la scorsa settimana è stato visto da molti come una concessione ai manifestanti.

Il primo ministro russo, Dmitry Medvedev, aveva detto, a fine gennaio, che il continuo fallimento dell’Ucraina nel pagare in tempo il gas «cambia davvero la situazione». Putin aveva annunciato, dalla sua, che la Russia avrebbe ritirato il resto del pacchetto di aiuti finanziari promessi all’Ucraina fino a che non sarà chiara la composizione del nuovo governo.

Nel 2013 l’Ucraina ha acquistato 13 miliardi di metri cubi di gas dalla Russia pagandoli solo 2,7 miliardi di dollari,riporta  Vedomosti citando fonti Gazprom.