RISIKO. Cosa è accaduto in Repubblica Democratica del Congo?

44

Ripubblichiamo il servizio di accompagnamento relativo all’ultima puntata di Risiko, interamente dedicata all’analisi sulla tragica vicenda avvenuta nei giorni scorsi nella Repubblica democratica del Congo.

Per ascoltare il podcast clicca qui.

Il tragico attentato in cui hanno perso la vita l’Ambasciatore Luca Attanasio e il carabiniere di scorta Vittorio Iacovacci, ha riportato la politica e l’opinione pubblica ad occuparsi delle complesse funzioni svolte dal Corpo diplomatico italiano in molte zone a rischio nel mondo. Un ruolo spesso sottovalutato, dietro il quale vengono costruiti delicati rapporti di cooperazione, alleanze e missioni di pace.

Luca Attanasio ha rappresentato l’Italia all’estero animato da profonda dedizione per il Continente africano, in difesa dei più deboli, soprattutto dei bambini. Forse, è stata proprio la sua ricerca del “bene” ad indurlo a mettere a repentaglio la sua incolumità. Difatti, secondo una ricostruzione degli eventi fornitaci da Graziella Giangiulio e Antonio Albanese, è plausibile ipotizzare che l’Ambasciatore Attanasio si fosse recato “in incognito” in delle cave minerarie per verificare di persona episodi di sfruttamento di lavoro minorile.

Difatti, secondo la ricostruzione degli eventi fornitaci da Graziella Giangiulio e Antonio Albanese, è plausibile ipotizzare che l’Ambasciatore Attanasio si fosse recato “in incognito” in delle cave minerarie per verificare di persona episodi di sfruttamento di lavoro minorile.

Il tragico attentato in cui hanno perso la vita l’Ambasciatore Luca Attanasio e il carabiniere di scorta Vittorio Iacovacci, ha riportato la politica e l’opinione pubblica ad occuparsi delle complesse funzioni svolte dal Corpo diplomatico italiano in molte zone a rischio nel mondo. Un ruolo spesso sottovalutato, dietro il quale vengono costruiti delicati rapporti di cooperazione, alleanze e missioni di pace.

Luca Attanasio ha rappresentato l’Italia all’estero animato da profonda dedizione per il Continente africano, in difesa dei più deboli, soprattutto dei bambini. Forse, è stata proprio la sua ricerca del “bene” ad indurlo a mettere a repentaglio la sua incolumità, riporta Ppn.

Cristina Del Tutto