MOLESTIE. Una Commissione alla Scherma ed una a La Sapienza

78

“Una Commissione Antimolestie alla scherma dopo l’ultimo caso di stupro dell’atleta in ritiro in Toscana”. Alla vigilia dell’8 marzo e’ quanto propone l’Osservatorio Nazionale Antimolestie, presente al Dipartimento Sport della Presidenza del Consiglio dei Ministri.

Le linee guida di prevenzione, elaborate da equipe multidisciplinari dell’Osservatorio, sono diventate un “modello di safeguarding “, secondo la Procura Generale dello Sport, grazie proprio alle Commissione Antimolestie Federali presentate, nel 2019 al Parlamento Europeo di Roma, in occasione della Giornata contro la violenza sulla donna. 

Oggi con alcuni sindacati, alla vigilia dell’8 marzo, l’Osservatorio vuole ricordare come, grazie a specialisti, sia importante prevenire e sensibilizzare con il rispetto di Buone Pratiche e codici etici. 

Intanto il Sindaco di Chianciano Terme(SI), costituitosi parte civile con il Comune dove è avvenuto il presunto stupro, si è fatto portavoce dell’istituzione “di una commissione antimolestie, su proposta dell’Osservatorio, all’interno delle varie federazioni sportive come peraltro già alcune hanno fatto”. 

Ed alla vigilia dell’8 marzo l’invito dell’Osservatorio per “Una commissione antimolestie anche a La Sapienza” è stato esteso alla Preside dell’Ateneo dopo Il sondaggio di Sinistra Universitaria secondo cui “almeno 130 studentesse avrebbero subito molestie all’interno dell’Università”. 

Redazione