Se siete pessimisti preoccupatevi del dopo 21 dicembre, parola di SAXO BANK

62

DANIMARCA- Copenaghen. Mentre c’è chi si organizza per affrontare il 21 dicembre, declinato come fine del mondo, cambio energetico planetario, transizione di non si sa che cosa, c’è chi, pessimista per pessimista sta prevedendo le dieci disgrazie economiche più improbabili che potrebbero cambiare il corso e l’andamento dei mercati nel mondo e quindi al sorte del genere umano. A farlo da 10 anni è Saxo Bank ch e pubblica le “Outrageous Predictions”, si tratta di 10 previsioni shock, molto negative. Quelle del 2013 sono state presentate quelle del 2013 in collaborazione con TradingFloor.

 

Secondo Scrive Steen Jakobsen, nelle analisi per il 2013, il tema fondamentale sembra essere il senso di “noncuranza” che i mercati sembrano dimostrare nei confronti dei possibili effetti che le questioni sociali nella zona Euro possano avere sui mercati finanziari. «Senza essere “apocalittici” – scrive Jakobsen, le previsioni shock rilasciate da Saxo Bank partono dal presupposto che i cambiamenti reali nascono soltanto in risposta alle esigenze di guerra. Nel 2013 forse non combatteremo nelle trincee, ma per le strade».

Secondo il rapporto infatti quello che la politica trascura è lo scontento della gente che è sempre più scontenta di ciò che avviene e che quindi è pronta a scendere nelle strade per difendere i propri diritti. L’Europa, secondo le previsioni disastrose di Saxo Bank è destinata a finire nelle mani degli estremisti di destra e sinistra che faranno perno sulle perdite dovute alla crisi finanziaria.empre secondo gli analisti della Saxo Bank, le condizioni attuali dei mercati finanziari riducono i traders a semplici osservatori delle politiche delle banche centrali in un contesto ove la volatilità continua a scarseggiare.

Ma vediamo le 10 peggiori cose che potrebbero accadere sui mercati finanziari nel 2013

Cambio Dollaro/Yen a 60.00

Cerali: i prezzi salgono del 50%

L’oro a 1.200 dollari all’oncia

Petrolio WTI a 50 dollari al barile

Cambio EUR/CHF a 0.9500

Default della Spagna

Hong Kong diviene nuovo polo finanziario

Interessi sul debito USA a 30 anni duplicati

Nazionalizzazione delle aziende elettroniche del Giappone

Balzo del DAX a 5000

Che dire, speriamo di no, anche un paio forse così lontane dalla realtà non sono, quella sulla piazza di Hong Kong e un rialzo del costo dei cereali mai visto prima.

Forse a pensarci bene è meglio la fine del mondo del 21 dicembre!