Aumentano i morti per MERS

48

ARABIA SAUDITA – 04/06/2014. L’Arabia Saudita ha annunciato un aumento di quasi il 50 per cento delle morti per Mers dopo aver riesaminato i dati storici in suo possesso sul numero dei casi di infezione che dal 2012 sono aumentato di un quinto.

L’aumento dei casi confermati è salito a 688 da 575, mentre l’aumento dei morti è salito a 282 da 190, dopo una revisione di dati ordinata dal ministero della salute a maggio, come riporta Al Jazeera. Il forte aumento dei decessi attribuiti alla Mers porta il tasso di mortalità del virus in Arabia Saudita al 41 per cento, rispetto al dato stimato che era del 33 per cento. Sul totale, 53 pazienti sono ancora in trattamento, mentre 353 erano guariti, ha annunciato il Ministero.
Il ministero della Salute annunciato una serie di nuove misure per assicurare una migliore raccolta dei dati, un miglior reporting e trasparenza; tra di esse figurano la standardizzazione dei test e linee guida chiare per l’etichettatura e la conservazione dei campioni.
Le autorità saudite erano state accusate da una parte della comunità scientifica internazionale per la gestione della crisi, tra cui spiccava la mancanza di collaborazione con laboratori specializzati per indagare l’esatta modalità dell’esplosione dell’epidemia.