IRAN. Messe in funzione altre centrifughe nucleari, Teheran è pronta al dialogo

45

Il presidente Hassan Rouhani ha ribadito l’impegno dell’Iran per la non proliferazione nucleare il 10 aprile mentre supervisionava il lancio di centrifughe avanzate nell’impianto nucleare sotterraneo di Natanz per celebrare la Giornata nazionale della tecnologia nucleare.

L’Iran ha violato molte restrizioni imposte da un accordo del 2015 sulle sue attività atomiche in risposta al ritiro dell’ex presidente Donald Trump dall’accordo nel 2018. Le due nazioni hanno esposto posizioni dure in colloqui indiretti a Vienna questa settimana su come riportare entrambi nel pieno rispetto dell’accordo.

Un collegamento video in diretta trasmesso dalla Tv di stato ha mostrato Rouhani che ordinava l’iniezione di gas di uranio in 164 centrifughe IR-6, 30 centrifughe IR-5, e prove meccaniche su macchine IR-9 con la capacità di 50 prime macchine IR-1 – una probabile nuova violazione dell’accordo nucleare.

La cerimonia ha svelato 133 progressi nell’ultimo anno nell’industria nucleare del paese, soprattutto nei settori della medicina, dell’energia, dell’agricoltura e dell’energia, ha detto la televisione di stato. “Ancora una volta, sottolineo che tutte le nostre attività nucleari sono pacifiche e per scopi non militari”, ha detto Rouhani nelle osservazioni televisive.

«Continuiamo ad essere impegnati nel nostro impegno verso il Trattato di non proliferazione e verso il mondo a non deviare militarmente dal nostro programma nucleare», ha detto Rouhani.

I colloqui a Vienna, in cui i funzionari dell’Unione Europea stanno facendo la spola tra le restanti parti dell’accordo e gli Stati Uniti, mirano a ripristinare il patto al centro dell’accordo-restrizioni sulle attività nucleari dell’Iran in cambio dell’eliminazione delle sanzioni statunitensi e di altre sanzioni internazionali.

Gli Stati Uniti sono stati i primi a rinnegare questo accordo sotto Trump, che si è opposto con veemenza all’accordo e ha cercato di distruggerlo. Si è tirato fuori, ha reimposto le sanzioni che erano state tolte e ne ha introdotte molte altre. L’Iran ha risposto violando molte delle restrizioni nucleari.

Tommaso Dal Passo