IRAN. Siglato il patto con la Cina. L’influenza USA rischia di svanire nell’area

170

L’Iran e la Cina il 27 marzo hanno firmato un accordo di cooperazione strategica di 25 anni che, secondo i media statali iraniani, affronta questioni economiche alla luce delle sanzioni americane paralizzanti su Teheran.

L’accordo, soprannominato Comprehensive Strategic Partnership, copre una varietà di attività economiche dal petrolio e dalle miniere alla promozione dell’attività industriale in Iran, così come i trasporti e le collaborazioni agricole, secondo Times of Israel. Nessun dettaglio dell’accordo è stato reso pubblico anche se il ministro degli Esteri iraniano Mohammad Javad Zarif e quello cinese Wang Yi hanno preso parte alla cerimonia ufficiale dell’evento.

Secondo il New York Times, la Cina investirà circa 400 miliardi di dollari in Iran in cambio di petrolio come parte dell’accordo. I due paesi intensificheranno anche la cooperazione militare con addestramento congiunto, ricerca e condivisione dell’intelligence.

La Cina è il principale partner commerciale dell’Iran ed era uno dei maggiori acquirenti di petrolio iraniano prima che l’Amministrazione Trump re-imponesse sanzioni unilaterali nel 2018 dopo aver abbandonato l’accordo sul nucleare con Teheran.

L’accordo firmato sabato potrebbe minare la leva degli Stati Uniti sull’Iran in vista dei negoziati previsti e diminuire l’influenza americana in Medio Oriente, anche se le sanzioni statunitensi in corso contro l’Iran potrebbero ostacolare il suo commercio con la Cina nonostante l’accordo.

L’Iran si sarebbe detto pronto a ospitare colloqui diretti tra Israele e i palestinesi, suggerendo ulteriormente che l’influenza degli Stati Uniti nella regione potrebbe essere in declino. Durante la visita a Teheran del presidente cinese Xi Jinping nel gennaio 2016, Xi e il suo omologo iraniano Hassan Rouhani concordarono di stabilire una tabella di marcia per «investimenti reciproci nei settori dei trasporti, porti, energia, industria e servizi».

L’accordo con la Cina è il primo di lungo periodo con una grande potenza mondiale: nel 2001, l’Iran e la Russia hanno firmato un accordo di cooperazione di 10 anni, principalmente nel campo nucleare, che è stato allungato a 20 anni attraverso due estensioni di cinque anni.

Iran e Cina hanno registrato circa 20 miliardi di dollari di commercio all’anno negli ultimi anni; un dato in calo dai quasi 52 miliardi di dollari nel 2014. L’accordo con la Cina sostiene anche il turismo e gli scambi culturali e arriva nel 50° anniversario della creazione di relazioni diplomatiche tra Cina e Iran.

I due paesi hanno avuto relazioni cordiali ed entrambi hanno partecipato a un’esercitazione navale congiunta nel 2019 con la Russia nell’Oceano Indiano settentrionale.

Antonio Albanese