INDIA. Il Nepal si annette territorio indiano. Nuova Delhi reagisce

88

L’India ha detto il 13 giugno di aver preso nota dell’approvazione fatta nella Camera dei Rappresentanti del Nepal di un disegno di legge di modifica della costituzione per il cambiamento della mappa del Nepal preso a includere parti del territorio dell’India e l’allargamento artificiale del territorio nepalese. Nuova Delhi sostiene che «non si basa su un fatto storico» e non è sostenibile.

Stando a quanto riporta l’agenzia Ani, il ministero degli Affari Esteri indiano ha anche detto che la mossa è in contrasto con l’attuale intesa di tenere colloqui su questioni in sospeso come i problemi di confine.

Il Parlamento nepalese ha approvato, il 13 giugno, un emendamento per includere una nuova mappa che comprende le aree dell’India di Kalapani, Lipulekh e Limpiyadhura nella Costituzione del paese.

Il Ministero indiano ha detto di aver già chiarito la sua posizione in materia: «Abbiamo notato che la Camera dei Rappresentanti del Nepal ha approvato un disegno di legge di modifica della costituzione per cambiare la mappa del Nepal per includere parti del territorio dell’India. Abbiamo già ha chiarito la nostra posizione in merito. Questo allargamento artificiale delle rivendicazioni non si basa su fatti o prove storiche e non è sostenibile. È anche una violazione della nostra attuale concezione di tenere colloqui su questioni di confine in sospeso».

Il 10 giugno la Camera dei rappresentanti del Nepal ha approvato una proposta di esame di un disegno di legge di modifica della costituzione per la modifica della mappa del paese dopo un lungo dibattito. La modifica è relativo a un articolo riguardante lo stemma del Nepal.

Il Nepal ha fatto sapere di aver chiesto all’India di tenere «colloqui diplomatici per risolvere la questione territoriale» tra i due Paesi.

L’India ha detto all’inizio della scorsa settimana che aveva chiarito la sua posizione su questi temi e valorizza profondamente la sua civiltà, le sue relazioni culturali e amichevoli con Nepal.

Dopo che il mese scorso il Nepal ha pubblicato la nuova mappa politica, l’India aveva detto che tale allargamento artificiale delle rivendicazioni territoriali non sarebbe stato accettato e aveva notato che «l’atto unilaterale non si basa su fatti e prove storiche».

Antonio Albanese