Marcia anti Roussef in Brasile

32

BRASILE – Rio de Janiero 16/03/2015. Centinaia di migliaia di persone sono scese per le strade di Rio de Janeiro il 15 marzo, all’interno di una giornata di protesta in decine di città brasiliane contro il presidente Dilma Rousseff.

La dimostrazione di Rio de Janeiro è iniziata alle 9.30 alla spiaggia di Copacabana e ha attirato molte più persone di quanto previsto dagli organizzatori. Le proteste sono state organizzate da gruppi di base che si oppongono al presidente ma che non hanno legami ufficiali a eventuali partiti politici. I manifestanti hanno scandito slogan contro Rousseff e il governo del Partito dei Lavoratori, chiedendo la fine della corruzione. La maggior parte dei manifestanti indossava abiti di colore giallo e verde, i colori della bandiera del Brasile e un gran numero di loro appartenevano alle classi medio-alta e alta dei residenti di Rio. Numerosi dimostranti portavano manifesti che chiedevano la messa in stato di accusa di Dilma Rousseff, che ha iniziato il suo secondo mandato il 1 gennaio. La popolarità di Rousseff è precipitata dopo una serie di rivelazioni su uno scandalo di corruzione che investe il gigante petrolifero statale Petrobras in cui sono stati coinvolti circa 50 politici. La compagnia petrolifera, che rappresenta circa il 12 per cento del Pil del Brasile, è attualmente sotto inchiesta in seguito alla comunicazione di un diffuso sistema di corruzione costato miliardi di dollari a partire dalla metà degli anni 1990. Le accuse riguardano alcune delle principali società di ingegneria e di costruzione del Brasile che avrebbero costituito un cartello per gonfiare i contratti Petrobras. Le stesse società esterne poi avrebbe diviso il denaro così ottenuto con funzionari corrotti della Petrobras e avrebbero poi dato parte del bottino ai politici che avessero coperto le operazioni fraudolente.
Lo scandalo ha portato alle dimissioni di alti dirigenti della società, tra cui Maria das Gracas Silva Foster, che è stato sostituito come Ceo di Petrobras da Aldemir Bendine, ex amministratore delegato della banca statale Banco do Brasil.