2050 raddoppierà il fabbisogno alimentare

65

SVIZZERA – Davos. Tra i temi centrali al Word Economic Forum quello dell’agricoltura. Nel 2050 si stima una popolazione mondiale pari a  9 miliardi di persone e questo significa aumentare la quantità di prodotti agricoli e migliorare la sicurezza alimentare dei prodotti agricoli. Il tutto tenendo presente la sostenibilità ambientale.

Ciò significa che il mondo dell’agricoltura dovrà cambiare ed essere al passo con i tempi perché appunto i nuovi mercati avranno sempre più bisogno di cibo. Al Word Economic Forum hanno ideato un progetto di collaborazione tra diverse economie nel settore agricolo e lo hanno chiamato “New Vision Il” l’iniziativa impegna i leader di imprese, governi, società civile, organizzazioni di agricoltori, partner di sviluppo e altri gruppi di lavorare insieme per raggiungere una crescita sostenibile dell’agricoltura. L’iniziativa opera a livello globale con il G8 e il G20, e facilita i partenariati a livello nazionale in 11 paesi in Africa, Asia e America Latina. Questo include sette paesi africani impegnati nella Grow Africa partenariato, in comune tra la Unione africana, NEPAD e il World Economic Forum. L’iniziativa ha stabilito una tabella di marcia per realizzare la nuova visione agricola. Nel corso degli ultimi tre anni, le crisi alimentari di sicurezza e quella economica in generale hanno evidenziato quanto sia urgente la necessità e il potenziale per lo sviluppo di sistemi agricoli sostenibili. Quasi un miliardo di persone – uno su sei nel mondo – non ha accesso ad un’alimentazione adeguata e alla nutrizione. 

Entro il 2050 con un popolazione stimata di 9 miliardi la domanda di prodotti agricoli dovrebbe raddoppiare. Allo stesso tempo si pone il problema dell’approvvigionamento idrico: i sistemi agricoli mondiali saranno sempre in crisi per la scarsità d’acqua dovuta anche ai cambiamenti climatici e alla volatilità, aumentando il rischio di carenze e di conseguenza di produzione di prodotti alimentari. Sostanziali miglioramenti della produttività agricola possono essere realizzati attraverso gli investimenti, l’innovazione, la politica e altri miglioramenti. Tuttavia, la realizzazione di questi guadagni richiede un eccezionale livello di collaborazione tra gli attori della catena del valore agricolo, compresi i governi, le aziende, multilaterali e organizzazioni della società civile, agricoltori, consumatori e imprenditori.