La Fratellanza espulsa dallo Yemen

45

YEMEN -Sanaa. 15/03/14. Lo Yemen ha espulso ieri, dei predicatori dei Fratelli Musulmani perché hanno fatto diversi discorsi in cui hanno attaccato i governi di Arabia Saudita e gli Emirati Arabi Uniti.

L’espulsione è avvenuta per appartenenza gruppi terroristi. I due gruppi appartenevano infatti alla Fratellanza al-Huthi dello Yemen che è nella lista dei gruppi terroristici adottati di recente dagli organismi competenti del Regno di Arabia Saudita. Secondo le fonti yemenite l’oratore del gruppo avrebbe attaccato in maniera provocatoria l’Arabia Saudita e i suoi fedeli in una moschea del governatorato di Sana’a (a ovest della capitale), e ha sottolineato lo sfruttamento da parte politica di “paesi vicini” che impedirebbero allo Yemen di dare vita a una politica per lo sviluppo economico. Nella provincia di Ibb (centrale Yemen) l’oratore dei Fratelli Musulmani in Yemen (Reform Party) ha detto ai parrocchiani dal pulpito della moschea che bisognava riportare l’ordine e la sicurezza e la stabilità nel Regno di Arabia Saudita. Secondo fonti locali e testimoni sono subito partite le richieste di identità dell’oratore per l’incitazione all’odio nei confronti di Arabia Saudita, Emirati Arabi Uniti e Bahrain. Sullo sfondo della vicenda anche il ritiro dei loro ambasciatori dal Qatar. Fonte ARACH net