TURCHIA. Erdogan: “Non abbandoneremo il Qatar”

180

Il presidente turco Recep Tayyip Erdogan ha nuovamente affermato che il suo paese continuerà a sostenere il Qatar. «Non abbandoneremo i nostri fratelli del Qatar», ha dichiarato Erdogan in una Iftar (cena dopo il digiuno del Ramadan) dell’Akp il 9 giugno, riporta Anadolu.

Arabia Saudita, Emirati Arabi Uniti, Bahrein, Maldive ed Egitto hanno interrotto i legami con il Qatar, accusando Doha di sostenere il terrorismo. Hanno anche sospeso tutto il traffico terrestre, aereo e marittimo con il Qatar, espulsi i suoi diplomatici e hanno ordinato ai cittadini del Qatar di lasciare i loro rispettivi paesi.

Erdogan ha inoltre rigettato la “lista nera” redatta dai paesi arabi opposti al Qatar e in cui rientravano una serie di organizzazioni sostenute dal Qatar che avrebbero avuto legami con gruppi terroristici: «Non c’è nulla di simile. Conosco quelle fondazioni», ha detto Erdogan che poi ha aggiunto: «La Turchia continuerà a dare tutti i tipi di aiuto al Qatar», ha sottolineato il presidente turco.

Ankara intendeva inizialmente rimanere neutrale nella controversia sul Qatar, ma quasi da subito è diventata più assertiva nel suo sostegno a Doha. Il 7 giugno il parlamento turco ha ratificato un disegno di legge per consentire lo schieramento delle truppe turche a una base turca in Qatar, interpretato come un sostegno a Doha.

Successivamente Erdogan ha approvato la legge che prevede il dispiegamento di truppe in una base turca in Qatar e la cooperazione nella formazione militare tra i due paesi. La legislazione non specifica quando e quanti soldati sarebbero state schierati nel paese del Golfo.

Molti i punti politici comuni tra Ankara e Doha. La Turchia e il Qatar sono entrambi sostenitori della Fratellanza musulmana in Egitto, che si oppone al governo di al Sisi.

Qatar e Turchia sostengono i militanti che combattono per rovesciare il presidente siriano Bashar al-Assad in Siria; ed entrambi hanno cooperato in qualche modo con Iran e Russia.

Alla luce del blocco dello spazio aereo dell’Arabia Saudita, Iran e Turchia hanno offerto di fornire al Qatar prodotti alimentari, riporta Press Tv. Il ministro degli Esteri del Qatar, Mohammed bin Abdulrahman Al Thani ha riconosciuto la disponibilità dell’Iran di fornire cibo al suo paese, confermando che nonostante l’ostilità senza precedenti degli stati arabi, Doha non avrebbe rinunciato all’indipendenza della sua politica estera. Inoltre il 10 giugno, la Qna, l’agenzia di stampa qatarina, riporta dichiarazioni del ministero degli Esteri di Doha che conferma l’interesse a stringere relazioni con Teheran.

Maddalena Ingrao