SPECIALE DAESH MATRIX #32

58

di Redazione ITALIA – Roma 30/11/2016. Nei giorni scorsi sulla rete Daesh sono usciti parecchi video di guerra di elevata qualità, si va dalla narrazione delle battaglie a quelli che esaltano il ruolo dei cecchini nello sforzo di contrastare l’avanzata del nemico.
Accanto ai video, sono girati documenti in lingua finlandese; è la prima volta e occorre ricordare però che i primi video di ISIS erano stati postati su server finlandesi nel 2013 e 2014.
Molte le grafiche uscite tra sabato e domenica di chiamata all’azione per “lupi solitari”.
Gli Stati Uniti hanno comunicato, fonti massmediatiche tradizionali, che la battaglia per riprendere Mosul durerà almeno un anno, e in funzione di questo rallentamento devono essere viste le scelte parlamentari irachene che hanno equiparato le milizie sciite all’esercito regolare. Serviranno infatti molti uomini per coprire le perdite cause dagli attentati di ISIS in Iraq. Dall’inizio della guerra a Mosul ad oggi ISIS ha utilizzato 200 autobombe con circa 40 morti ad attentato per un totale di 8000 morti, all’incirca. Per calarci nel teatro sono stati numerosi gli attentati non solo a Mosul: a Samarra; a Al- Hhillah, a Tdharban, vicino a Tal Zult; a Hamam al Alil, ad Aden, as Baghdad. Accanto alla guerra, numerosi i video e le foto che raccontano la vita a Mosul nonostante gli attacchi dei “crociati”: reportage fotografici sul sistema educativo a Mosul, uno sulla riparazione delle strade, video della vita quotidiana e così via.

DAESH MATRIX è il secondo volume dedicato al fenomeno dello Stato Islamico. Per informazioni e prenotazioni scrivere a: segreteria.redazione@agccommunication.eu