Baku: arrestati i terroristi di ritorno dalla Siria

29

AZERBAIJAN – Baku. 07/01/15. Il Ministero della Sicurezza Nazionale dell’Azerbaijan ha arrestato un gruppo di cittadini che hanno preso parte ai combattimenti in Siria, come parte dei gruppi armati illegali, fonte Trend che cita una dichiarazione sulla gestione del dipartimento pubbliche relazioni.

Secondo il rapporto, a seguito di operazioni di ricerca condotte dalle MNS, che ha indagato sulla creazione di forze o gruppi armati in Azerbaigian, le persone arrestate avrebbero partecipato alla creazione del gruppo e svolto attività militante, fornendo loro armi, munizioni, esplosivi, ingegneria militare o attrezzature militari, così come per le altre azioni che sono in contrasto con la legge. In manette sono finiti: Mustafayev Elkhan Isa, Rasulov Bakhruz Aydin, Azizov Iltifat Kamran, Nadir Alihanov Mahir, Shahbazi Imriz Bakhtiyar, Shahbazi Bakhruz Bakhtiyar, Sadiq Magomedzade Yadigar, Hajiyev Rahim Sadi, Sultani Vidadi Saleh, Aslanov Ramil e Urfa. Contro di loro è stato aperto un procedimento penale e sono stati arrestati in forma preventiva per evitare la fuga.
Si è constatato che Elkhan Mustafayev Bahruz Rasulov, Kamran Azizov, Nadir Alihanov, Bakhtiyar Shahbazi e suo figlio Bakhruz Shahbazi, classe 1985, così come Sadiq Magomedzade, Vidadi Sultani e Ramil Aslanov nel 2014 erano entrati illegalmente infiltrati in Siria, hanno avuto formazione religiosa e militare radicale come parte dei gruppi armati illegali, studiato le regole per l’uso di armi da fuoco di vario tipo. Dopo l’addestramento queste persone sono state coinvolte nei combattimenti in Siria, come parte delle formazioni armate illegali non previste dalla legislazione di Azerbaigian e Siria. Le indagini sono ancora in corso per per stabilire l’identità di altri partecipanti di questi atti illegali.