Grandi proteste a Porto Rico

12

PORTORICO – San Juan 26/08/2016. Nuova manifestazione di protesta a Porto Rico per chiedere l’abrogazione di una legge che stabilisce un Organismo di Vigilanza per sorvegliare le finanze del debito dello stato.

“No al consiglio e non al debito” era il motto dei manifestanti che hanno gridato i loro slogan al di fuori del tribunale distrettuale degli Stati Uniti per il Distretto di Porto Rico a San Juan. Dal 29 giugno nello stesso luogo è stato aperto un campo di protesta contro le nuove misure economiche, che il presidente Obama ha firmato a fine giugno. Il timore è l’indebolimento dei servizi di base come l’assistenza sanitaria, l’istruzione e il trasporto pubblico. La legge crea un controllo finanziario per la ristrutturazione massiccia del debito che ammonta a 68 miliardi di dollari, e crea un meccanismo di retroattività per gli obbligazionisti. Porto Rico vive una fase di recessione da un decennio e ha registrato un forte aumento della migrazione verso gli Stati Uniti negli ultimi anni. A luglio, Standard & Poors e Fitch Ratings hanno declassato le obbligazioni di Porto Rico a D (default), il livello più basso possibile.